A2a: Mazzoncini, su rinnovabili 4,5 mld; investimento chiave

Ruolo multiutility fondamentale nella transizione energetica

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 17 MAG - Le energie rinnovabili costituiscono "il grosso degli investimenti che A2A ha inserito nel piano industriale al 2030, nella business unit generazione, è sulle energie rinnovabili: 4,5 miliardi di euro per riuscire a integrare gli attuali circa 2 gigawatt di potenza rinnovabile, prevalentemente da idroelettrico, con altri 4 gigawatt da eolico e solare". Lo sottolinea l'amministratore delegato di A2a, Renato Mazzoncini, durante un convegno organizzato da Energy&Strategy Group-School of Management Politecnico di Milano.
    Il ruolo delle multiutility "è molto importante e necessario per la transizione energetica dove le rinnovabili costituiscono l'investimento chiave", afferma Mazzoncini, evidenziando poi l'importanza del mix delle fonti energiche. "'L'Italia ha acqua, vento, sole e rifiuti: il mix di queste fonti diventa essenziale per fornire profili di energia adeguati". Per le multiutility "l'impatto delle rinnovabili è anche molto sula rete". Per cui, "è Inutile incrementare le potenze rinnovabili se non facciamo altre 2 operazioni: reti di trasmissione e distribuzione locale; elettrificazione finale dei consumi". Sul fronte della mobilità elettrica, la domanda "cresce in maniera esponenziale", sottolinea il ceo. "La nostra e-mobility aveva 2mila clienti alla fine del 2020 e nel 2021 è passata a 8mila". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA