Edison: rilevato 70% E2i, si conferma 2/a operatore eolico

Partnership con F2i era stata sciolta lo scorso 14 gennaio

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 16 FEB - Edison ha perfezionato l'accordo firmato lo scorso 14 gennaio con F2i (Fondi Italiani per le Infrastrutture) per rilevare il 70% della joint venture E2i Energie Speciali, di cui deteneva già 30%. In questo modo il Gruppo di Foro Buonaparte ha risolto la partnership avviata nel 2014.
    Con il perfezionamento dell'operazione, Edison si conferma secondo operatore eolico in Italia, con un parco rinnovabili di una capacità installata di 1 Gw, escluso l'idroelettrico. Il riacquisto del 70% di E2i Energia è una "tappa fondamentale - spiega l'amministratore delegato Nicola Monti - per dare seguito allo sviluppo strategico di Edison, che è impegnata a incrementare la propria quota di energia prodotta da fonti rinnovabili e a guidare la transizione energetica in Italia, contribuendo al raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione stabiliti dal Piano Nazionale Integrato Energia e Clima (Pniec) e il Green Deal europeo". "Con questa operazione - conclude Monti - saremo in grado di valorizzare appieno le sinergie derivanti da una presenza integrata lungo l'intera filiera delle rinnovabili e accelerare il nostro piano di investimenti".
    E2i Energie Speciali ha un portafoglio composto da 38 campi eolici per una capacità installata di 706 Mw, a cui si aggiungono 4 progetti di nuovo eolico per 74 Mw, e 3 impianti fotovoltaici di piccola taglia. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA