Imprese: se guidate da donne resilienti a pandemia

Seminario di Intesa Sanpaolo e Fondazione Belisario

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 16 SET - L'impresa a conduzione femminile ha dato prova di resilienza e capacità di adattamento durante l'emergenza coronavirus. È emerso oggi al seminario on line su 'La valorizzazione del talento femminile e la parità di genere come leva strategica per imprese competitive' promosso da Intesa Sanpaolo e Fondazione Belisario, per celebrare le 90 imprese finaliste del premio 'Women Value Company', giunto alla 4/a edizione.
    Dall'incontro in streaming, in cui sono intervenuti tra gli altri Lella Golfo, presidente della Fondazione Marisa Bellisario e Stefano Barrese, responsabile della Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo, è emerso che le 'imprese a guida femminile' si sono distinte per "la resilienza -è stato spiegato - l'attenzione alla sicurezza delle persone coinvolte nell'attività dell'impresa, la capacità di attuare importanti processi riorganizzativi, l'attenzione al capitale umano e per aver attuato soluzioni complesse e articolate richieste dal nuovo contesto che si è delineato con il ricorso alla digitalizzazione".
    Secondo Lella Golfo, " in un momento tanto difficile per l'economia italiana e mondiale è ancora più importante puntare i riflettori sulle donne, sulle imprenditrici e sulle lavoratrici, sulla loro forza e sulla loro resilienza". "La ri-partenza che tutti vogliamo - ha aggiunto - inizia da qui, dalle capitane coraggiose e dalle Pmi che hanno scelto di investire sul capitale di talento e competenze delle donne". "Se anche l'Onu certifica che le donne pagheranno il prezzo più alto della pandemia - ha concluso - le quasi 600 piccole e medie imprese che si sono candidate anche quest'anno (al premio, ndr) ci danno un segnale di speranza, fiducia e incoraggiamento.
    "Con Women Value Company, nato quattro anni fa nel solco del prestigioso premio in memoria di Marisa Bellisario - le ha fatto eco Stefano Barrese - siamo orgogliosi di aver messo in luce le storie di oltre 2mila imprese, che puntano sulle donne, sulla parità di genere e sul welfare come risorse su cui investire per crescere". "Il senso di questo progetto, che è parte fondante del nostro programma di valorizzazione dell'imprenditoria italiana - ha sottolineato - è accelerare l'empowerment femminile e contribuire alla più ampia diffusione di una cultura aziendale inclusiva". "Le donne sono resilienti, preparate, pronte alle sfide e collaborative - ha concluso Barrese - e la loro maggiore presenza nella vita d'impresa potrebbe realmente essere per il nostro Paese un booster per lo sviluppo economico e sociale". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA