America latina, 30 milioni torneranno in povertà post-Covid

Redazione ANSA BUENOS AIRES

(ANSA) - BUENOS AIRES, 09 GIU - L'America latina, che sta affrontando in questi giorni il picco della pandemia da coronavirus, deve attendersi in futuro gravi conseguenze economiche e sociali, poiché decine di milioni di persone torneranno in una condizione di povertà estrema. Lo ha sostenuto Luis Felipe L½pez Calva, direttore regionale del Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (Pnud) e segretario generale aggiunto dell'Onu.
    "Dopo un periodo di riduzione della povertà costante negli ultimi 15 anni - ha sottolineato L½pez Calva - circa 30 milioni di persone, nella regione, torneranno poveri ed avranno bisogno di aiuto".
    Il maggior impatto del Covid-19, ha ancora detto in una conferenza virtuale per il Centro Knigth dell'Università del Texas, si registrerà "nei livelli sociali molto, molto bassi" che nelle sue statistiche la Banca mondiale definisce di "povertà estrema". Il fenomeno di ritorno alla povertà nel subcontinente latinoamericano, ha infine detto, sarà più importante perfino di quello che si prevede per l'Africa subsahariana "dove i nuovi poveri post Covid-19 saranno circa 24 milioni". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA