ASviS

Responsabilità editoriale di ASviS

Giornata dell'educazione: dall’ASviS materiali e iniziative per tutte le età

Kit didattici, giochi interattivi, cartoni animati: questi e molti altri gli strumenti di educazione allo sviluppo sostenibile che l’Alleanza mette a disposizione.

ASviS

In occasione della Giornata mondiale dell'educazione che si celebra ogni anno il 24 gennaio, l'ASviS presenta le novità in materia di educazione allo sviluppo sostenibile prodotte in collaborazione con aderenti e partner dell'Alleanza. Le nuove attività e iniziative si rivolgono a ogni fascia di età, dai bambini agli adulti passando per gli adolescenti, fino ad arrivare ai docenti di ogni ordine e grado. Nei prossimi giorni saranno resi disponibili ulteriori materiali sul sito ASviS che già dedica una sezione ad hoc all'educazione, incluso uno spazio - che si arricchisce ogni giorno di più - sulle buone pratiche portate avanti sui territori e online dagli Aderenti.  Questo impegno complessivo dell’Alleanza va nella direzione tracciata dal Goal 4 dell'Agenda 2030 dell'Onu che mira ad "assicurare un’istruzione di qualità, equa ed inclusiva, e promuovere opportunità di apprendimento permanente per tutti".

                   

Alta formazione. Tra le proposte formative è prossima l’apertura - fissata per il 1° febbraio - delle candidature per la quarta edizione della Siena international school on sustainable development, il percorso di alta formazione organizzato dal Santa Chiara Lab – Università di Siena e dall’ASviS in collaborazione con la Fondazione Enel e il supporto della Rete delle università per lo sviluppo sostenibile (Rus) e dello Un Sustainable development solutions network (Sdsn). Novità di quest'anno sarà il carattere internazionale della Scuola che sarà aperta a studenti e studentesse provenienti da Paesi diversi e vedrà i corsi erogati interamente in lingua inglese. Professori ed esperti da tutto il mondo, attraverso una serie di webinar, affronteranno le implicazioni sociali e finanziarie del processo di decarbonizzazione. 

Ma quella di Siena non è l’unica scuola sullo sviluppo sostenibile promossa dall’Alleanza. Nell’ottica di favorire la “territorializzazione dell’Agenda 2030”, ovvero la comprensione e l’implementazione dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) a livello locale, l’ASviS ha avviato una serie di corsi formativi rivolti ad amministrazioni, funzionari e, più in generale, agli attori della società civile presenti negli enti territoriali, per fornire loro gli strumenti utili a diventare agenti di cambiamento. E’ in questo senso che si configurano la Scuola per il benessere e il futuro dei territori, la Milano Scuola sul benessere e la sostenibilità delle città e la Scuola sullo sviluppo sostenibile per le Regioni e le Province autonome. Completa il quadro la Innovability school, un percorso di affiancamento dedicato alle start-up che riconoscono nello sviluppo sostenibile un modello di business vincente. 

Altre iniziative formative. Tra le novità di formazione rivolte ai docenti figura invece “Futura-Next Generation”, il nuovo ciclo di webinar promossi da DeAgostini Scuola in collaborazione con l'ASviS che prenderanno l’abbrivio il 9 febbraio. Gli incontri virtuali, che si articoleranno in quattro appuntamenti fino a maggio, saranno dedicati agli e alle insegnanti di tutti i gradi scolastici per approfondire i temi dell’educazione civica e preparare le giovani generazioni ad affrontare i prossimi futuri.

Inoltre, sul sito dell’ASviS, disponibili tutto l’anno e per tutti, ci sono i corsi e-learning proposti dall’Alleanza e pensati per offrire non solo una conoscenza di base dell’Agenda 2030 e dei 17 SDGs, ma anche una panoramica delle opportunità che lo sviluppo sostenibile può rappresentare per le imprese (Azienda2030) e le potenzialità offerte dalla transizione digitale per cambiare l’attuale paradigma di sviluppo.

Materiali. Fornire uno strumento accessibile e semplice per affrontare temi complessi è anche l’obiettivo di “Investiamo sul futuro”, la nuova piattaforma didattica frutto della collaborazione tra FEduF (Federazione per l'educazione finanziaria dell’Associazione bancaria Italiana) e l'ASviS. Il percorso è articolato in quattro moduli di educazione finanziaria per lo sviluppo sostenibile che i docenti delle scuole secondarie di I e II grado potranno svolgere direttamente in classe con gli studenti. Dagli Obiettivi dell’Agenda 2030 all’economia civile, dalla riduzione degli sprechi al risparmio, dall’economia circolare alla finanza etica, questi alcuni tra i tanti argomenti che saranno trattati nei moduli. Il progetto, riservato gratuitamente ai docenti, offre anche una ricca sezione video aperta a tutti. 

Tra i nuovi materiali messi a disposizione di docenti e studenti, c’è anche il kit didattico Sulleregole, un insieme di 18 schede tematiche dedicato ai bambini e alle bambine delle primarie di primo grado e ai loro insegnanti per approfondire in maniera interattiva l'Agenda 2030. Nato dalla collaborazione tra l'ASviS e l'associazione Sulleregole, il progetto ha visto la progressiva pubblicazione, completata in questi giorni, di 18 schede - 17 per l’approfondimento di ogni Obiettivo di sviluppo sostenibile e una dedicata all’Agenda 2030 - contenenti esercizi e giochi utili ad incentivare la riflessione sui temi della sostenibilità, rendendo le scuole protagoniste del cambiamento. Ciascuna scheda si propone come accompagnamento alle rispettive puntate del cartone Global Goals Kids Show Italia incentrato sui 17 Obiettivi. 

E’ rivolto a insegnanti e studenti - che lo possono scaricare gratuitamente - anche “Un mondo sostenibile in 100 foto”, il volume di Enrico Giovannini e Donato Speroni che ripercorre attraverso immagini e brevi testi la crisi sistemica che sta investendo l’intero Pianeta. A questo si aggiungono la Scuola2030, il portale realizzato da Indire, su iniziativa del Miur e in collaborazione con l’ASviS, che offre dal 2019 materiali di auto-formazione, contenuti e risorse per portare in classe un’educazione ispirata ai valori e alla visione dell’Agenda 2030. Arricchisce il quadro il Progetto Sudego, l’iniziativa strutturata nell'ambito del programma Erasmus plus in cui sono stati redatti contributi specifici e di approfondimento dei 17 SDGs con un target specifico dedicato a docenti e studenti delle scuole di secondo grado superiore. Per università e scuole di alta formazione un supporto sui temi della sostenibilità ambientale, sociale ed economica è invece offerto dal volume “Agenda 2030. Un viaggio attraverso gli Obiettivi di sviluppo sostenibile", frutto della sinergia tra l’ASviS e il Santa Chiara Lab – Università di Siena. 

Infine, l’Alleanza ha reso disponibile per tutti sul proprio sito GoGoals, il gioco da tavolo ideato dalle Nazioni unite ma di cui l’ASviS ha sostenuto la realizzazione in versione italiana, permettendo di diffondere i principi e la complessità dell’Agenda 2030, in maniera interattiva e ludica, alla portata anche dei più piccoli.

Collaborazioni. Tra le numerose partnership che l’Alleanza annovera nel campo dell’educazione, quella portata con il Museo delle scienze di Trento (MuSe) ha visto la recente inaugurazione della nuova Galleria della Sostenibilità, uno spazio espositivo di 400 metri quadri completamente riallestito che affronta i principali temi connessi al cambiamento globale in atto, dalla crisi climatica fino alla perdita di biodiversità, dall'aumento della popolazione alla lotta alle disuguaglianze sociali, esplorando i molteplici futuri possibili, probabili e desiderabili. La sezione museale è stata realizzata con il supporto dell’ASviS che, in qualità di partner scientifico, partecipa all’aggiornamento costante dei contenuti e delle proposte della Galleria. 

Tra le iniziative che hanno visto la collaborazione dell’ASviS si segnala anche Street Art for Rights, nata dalla connessione tra l’educazione, l’arte e l’innovazione sociale, per raggiungere le persone direttamente in città. Il progetto, che ha concluso la sua seconda tappa, consiste infatti nella realizzazione di murales lungo le strade che contribuiscono alla riqualificazione urbana tramite attività culturali aperte, gratuite, realizzate insieme a giovani street artists nazionali ed internazionali. Con la vincita del Bando Contemporaneamente Roma, Street Art for Rights sta portando i 17 Goal su alcuni muri di Roma e dintorni.

Scarica il Comunicato stampa 

 

di Elita Viola

Responsabilità editoriale e i contenuti sono a cura di ASviS

Archiviato in


Modifica consenso Cookie