ANSAcom

ANSAcom

Nasce TrustMeUp, piattaforma web per donare comprando

E-commerce e Non Profit insieme per raddoppiare donazioni mondo

Milano ANSAcom

Raddoppiare le donazioni nel modo. Con questo obiettivo nasce TrustMeUp, piattaforma web che trasforma gli acquisti online in donazioni, dando vita a una nuova frontiera dello shopping in un’ottica di responsabilità sociale condivisa. Alla base, c’è la tecnologia Blockchain che garantisce una maggiore trasparenza e tracciabilità delle operazioni. TrustMeUp rappresenta un modello innovativo di raccolta fondi per il Terzo Settore che permette a tutti di comprare donando e, allo stesso tempo, offre alle aziende una proposta all’avanguarda di corporate social responsability. In pratica, i consumatori che acquistano nei negozi online presenti nella piattaforma, possono, da un lato, devolvere in beneficenza una parte dell’importo speso (mediamente il 15%) all’associazione prescelta in fase d’acquisto, secondo un modello definito “DonaComprando”; dall’altro lato, possono effettuare una donazione, per qualsiasi importo, a favore dell’ente non profit ‘preferito’, ricevendo in cambio degli sconti da utilizzare per altri acquisti online. Presentata in occasione dell’evento “E-Commerce e non profit: un nuovo modello di sostenibilità”, patrocinato da Assolombarda, TrustMeUp arriva in un momento di profonda crescita per il mondo dello shopping online, a fronte di una contrazione del settore non profit. “Il primo incentivo per donare con TrustMeUp è dato dalla possibilità di supportare più progetti a costo zero. Vogliamo però distinguerci anche per la tracciabilità e la trasparenza che siamo capaci di garantire grazie alla tecnologia blockchain”, afferma il presidente di TrusMeUp, Carlo Carmine, presentando il progetto. Per quanto riguarda i dati, secondo NetComm, gli e-shopper, durante i primi due mesi del 2020, sono aumentati di 2 milioni, raggiungendo quota 27 milioni, per una crescita del 176% dell’e-commerce nel 2020 contro il 4% dell’anno precedente. Meno floridi sono stati gli ultimi mesi del settore non profit: secondol’Isituto italiano della donazione, il 43% degli enti stima di chiudere il 2021 con un calo delle entrate. Tuttavia una nuova speranza arriva dai canali digitali: per il 28,4% nel 2020 le donazioni sono aumentate e per il 58% sono rimaste stabili. “I dati dimostrano che il mondo degli e-commerce è in una fase di espansione, mentre, il non profit deve trovare nuovi modelli operativi. Noi abbiamo costruito il primo ecosistema digitale capace di far incontrare in maniera vincente questi due mondi”, spiega il ceo di TrustMeUp, Angelo Fasola, sottolineando che “da oggi, e-commerce, associazioni non profit e consumatori possono insieme supportare progetti per aiutare chi ha più bisogno”. A beneficio dell’utente, e a dimostrazione della trasparenza e tracciabilità dello strumento, TrustMeUp emetterà per conto delle associazione non profit cui è stata fatta la donazione una ricevuta fiscale valida ai fini delle detrazioni fiscali, garantendo un cashback del 5% in media della cifra spesa.

In collaborazione con:
Trust Me Up

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie