Abruzzo

Scuola, in Abruzzo si torna in aula il 13 settembre

Regione approva calendario scolastico 2021-22

(ANSA) - PESCARA, 01 LUG - La Giunta regionale d'Abruzzo, su proposta dell'assessore all'Istruzione Pietro Quaresimale, ha deliberato il calendario scolastico 2021-2022. L'inizio delle lezioni è fissato per il 13 settembre per tutte le scuole di ogni ordine e grado. La conclusione dell'anno scolastico è prevista per l'8 giugno 2022 per la scuola primaria e le scuole secondarie di primo e secondo grado, per il 30 giugno 2022 la scuola dell'infanzia. E' stato stabilito, inoltre, che per l'anno scolastico 2021-22 i giorni di attività didattica nella scuola primaria sono dal lunedì al sabato, 208 (207 compresa la festa del Santo Patrono); nella scuola secondaria di 1° e 2° grado dal lunedì al venerdì, 173 (172 compresa la festa del Santo Patrono).
    Festività obbligatore: tutte le domeniche, 1 novembre, 8 dicembre, 25 e 26 dicembre, 1 e 6 gennaio, Pasqua e lunedì dopo Pasqua, 25 aprile, 1 maggio, 2 giugno, festa del santo Patrono.
    Sospensione delle attività didattiche nei seguenti giorni: 2 novembre, 24, 27, 28, 29, 30 e 31 dicembre 2021; 3, 4 e 5 gennaio 2022, 3 marzo 2022; 14, 15, 16 e 19 aprile 2022.
    "Il nuovo anno scolastico sarà una sfida importante per i nostri studenti - ha detto l'assessore regionale all'Istruzione Pietro Quaresimale - Dopo la pandemia è necessario ricostruire il tessuto formativo, sociale e organizzativo della comunità scolastica, al fine di tornare a vivere la scuola con le proprie inderogabili prerogative. Per questo motivo - ha concluso - l'inizio del nuovo anno scolastico rappresenta una tappa fondamentale. La Regione Abruzzo ha predisposto interventi volti ad accogliere i ragazzi in sicurezza: abbiamo destinato, ad esempio, un fondo di un milione di euro a favore degli istituti scolastici regionali per l'acquisto di termoscanner". Per quanto riguarda l’attuazione del calendario scolastico 21-22, inoltre, le istituzioni scolastiche, secondo la delibera di giunta regionale approvata, e per far fronte alle esigenze derivanti dai rispettivi Piani dell’Offerta Formativa, avranno la possibilità (tutte le scuole di ogni ordine e grado) di effettuare l’orario didattico sulla base della settimana lunga (lunedì-sabato) o sulla base della settimana corta (lunedì-venerdì). La scelta è rimessa comunque all’autonomia scolastica.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie