Scuola:Prc, De Martinis chieda personale per tracciamento

(ANSA) - PESCARA, 05 FEB - Il sindaco di Montesilvano Ottavio De Martinis "chieda subito all'Asl di potenziare almeno il personale dedicato al tracciamento scolastico come già previsto nei protocolli di agosto: non sia la comunità scolastica a pagare per tutti il prezzo più alto con un ritorno generalizzato e sine die alla Dad". A chiederlo è il segretario provinciale Prc-Se Pescara, Corrado Di Sante.
    "I numeri del contagio in città e un tutta l'area metropolitana di Pescara stanno crescendo velocemente - ricorda Di Sante - si teme che all'origine dei tanti contagi vi sia proprio una delle varianti in circolazione, senza dimenticare che l'Ospedale Covid di Pescara è saturo.
    Questa crescita esponenziale manda in tilt la tempestività di tracciamento e tamponi, fondamentale per arginare eventuali focolai. Il mancato potenziamento del personale e delle risorse dedicate al tracciamento a cominciare da quello dedicato alle scuole é una responsabilità diretta della Giunta Regionale di centrodestra e delle Asl, indecoroso dopo un anno di emergenza".
    È del tutto evidente che la campagna di test rapidi di gennaio non ha avuto gli effetti desiderati visto l'attuale andamento dei contagi, suggeriamo, invece che spalmare i test su tutta la popolazione per più giorni, di concentrarli e ripeterli con cadenza fissa a cominciare dalle scuole per il personale scolastico e per gli studenti delle scuole secondarie di I e II grado e in tutte quelle situazioni circoscritte ove si ritenga necessario. Si adotti lo stesso criterio per cui, visti i casi all'interno dell'ente si è proceduto a testare tutti i dipendenti, e in aggiunta consiglieri e assessori. Auspichiamo che i test rapidi, non siano svolti da personale sanitario volontario, ma da personale assunto per tale mansione. Non possiamo combattere la pandemia con la buona volontà e il lavoro volontario e gratuito. E si chiarisca che il test non è patente di immunità, bisogna sempre continuare a rispettare strettamente tutte le misure di precauzione".
    "Il sindaco De Martinis - prosegue Di Sante - ha ribadito che la situazione è sotto controllo quindi non ci sarà alcuna difficoltà a rendere trasparenti e pubblici sul sito istituzionale i dati del numero dei contagi in città, il numero di classi in quarantena precauzionale su provvedimento di sindaco e dirigenti scolastici, il numero di classi in quarantena per provvedimento diretto della Asl, i plessi coinvolti, il numero dei contagi tra studenti e personale scolastico. Nonostante che la seconda ondata in termine di contagi e vittime sia stata peggiore della prima, spiace contrastare che il virus è finito fuori dai radar dei canali social e istituzionali dell'amministrazione di centrodestra, purtroppo "abbassare i riflettori" non limita i contagi e non restringe i tempi di uscita da questa maledetta situazione.
    Evitiamo che quanto sta accadendo a Pescara si riverberi negativamente anche sulla ricerca dei positivi e sul tracciamento a Montesilvano, ora è fondamentale una cabina di regia tra Asl, Comune e Dirigenti scolastici, prendersi le responsabilità e agire tempestivamente, è l'unico antidoto per evitare chiacchiericcio ed eventuali paure ingiustificate".
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie