Turismo:aree camper;associazioni,bene legge Regione Sardegna

'Speriamo approvata in tempi brevi,Comuni potranno organizzarsi'

(ANSA) - PESCARA, 02 FEB - Si spera in tempi brevi per l'approvazione della proposta di legge regionale 206/2020 mirata a modificare e integrare in Sardegna le norme sulla regolamentazione delle aree sosta camper, "per consentire ai Comuni di organizzarsi prima dell'estate": lo dicono Aiasc (Associazione italiana aree sosta camper), Apc (Associazione Produttori Caravan e Camper), Acti Italia (associazione campeggiatori turistici), Assocamp, Confederazione italiana campeggiatori e Club camperisti sardi. "Merito della Regione - dicono le associazioni in una nota congiunta - è aver pensato di finanziare i Comuni interessati ad accogliere i camper offrendo la possibilità di realizzare o migliorare proprie aree di sosta attrezzate, potendo affidarne a privati gestione o realizzazione".
    "La proposta di stanziamento complessivo di 3 milioni - proseguono le associazioni - è congrua, ma riteniamo si possa fare uno sforzo maggiore per modulare il contributo massimo da destinare ai singoli comuni". I Comuni, recita la nota, "hanno maturato una crescente consapevolezza sull'importanza del settore, comprendendo quanto camper e camperisti possano sostenere territorio ed economia locale. Un certo atteggiamento miope, che si traduce nel non tener in giusta considerazione il valore aggiunto che i Comuni possono dare al turismo en plein air in termini di sviluppo economico, va per fortuna scemando; prevale la consapevolezza che il settore crei vivaci dinamiche economiche sui territori comunali".
    "Come Aiasc siamo lieti che la Regione Sardegna abbia accolto la richiesta di consentire sosta fino a 120 ore in un numero di piazzole non superiore al 30% sul totale di quelle presenti nell'area" dichiara il vice presidente di Aiasc Gianluca Tomellini. La prima legge regionale a mettere a disposizione dei Comuni risorse per attrezzare aree pubbliche di sosta camper è stata approvata nel luglio 2020 dal Consiglio regionale d'Abruzzo come "Norme in materia di Turismo Itinerante": dotazione di 100mila euro, permanenza massima di 72 ore nelle aree che, in caso di emergenze, diventano zona di accoglienza di Protezione civile. A novembre poi la Regione Marche ha pubblicato un Bando per realizzazione, ristrutturazione o ampliamento di Aree di Sosta attrezzate: 100 mila euro per il 2020 e 50 mila per il 2021. "Un equipaggio di camperisti spende fino a 200 euro al giorno sui territori che visita - fa notare il direttore generale di Apc Ludovica Sanpaolesi de Falena - E in Europa sono oltre 23 milioni i turisti in caravan e camper". La Federazione ACTItalia con il progetto 'Bandiera Gialla' concede un riconoscimento alle amministrazioni comunali che manifestano propensione ad accogliere i campeggiatori. "Non possiamo che condividere questa proposta di legge - dichiara il presidente Guido Chiari - che, se approvata, garantirà ai campeggiatori una più ampia scelta delle capacità ricettive. Sarebbe auspicabile anche concordare con le compagnie di navigazione tariffe agevolate per consentire a un sempre maggior numero di campeggiatori di visitare le bellezze dell'isola". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie