Scuola: a Chieti ripresa lezioni fra luci e qualche ombra

(ANSA) - CHIETI, 24 SET - Sul registro elettronico hanno ricevuto le indicazioni sugli ingressi e sulla aule in cui sistemarsi mentre i kit con dieci mascherine per dieci giorni, ai genitori degli alunni delle prime classi erano stati già consegnati all'inizio di questa settimana. E' stato un primo giorno di scuola molto ordinato, senza assembramenti e problemi per i 1.600 alunni dell'istituto di istruzione superiore 'Luigi di Savoia'' di Chieti e per i 418 del ''Pomilio'', istituti retti dalla preside Anna Maria Giusti. Trecento alunni del ''di Savoia'', ovvero il triennio dei meccanici e il triennio degli elettrotecnici, per ragioni di spazio hanno trovato posto al ''Pomilio'' dove possono utilizzare laboratori altamente innovativi. Il ''di Savoia'' offre gli indirizzi meccanico e meccatronica, elettrotecnica ed elettronica, informatica, chimica, trasporti e logistica, costruzione e conduzione di mezzo aereo, liceo scientifico delle scienze applicate. Al ''Pomilio'', dopo un biennio comune, gli alunni possono scegliere tra meccanico, riparatore veicoli a motore, elettrico ed elettronico. Le scuole, acquistando pannelli fonoassorbenti hanno ricavato aule nei due istituti dove, almeno per il momento non è prevista la didattica a distanza.
    Hanno iniziato l'anno scolastico protestando gli alunni di una delle quinte classi del liceo scientifico ''Masci'' ospitati dall'istituto ''De Sterlich'': iI problema in questo caso nasce dal fatto che le dimensioni dell'aula non sono ritenute idonee a garantire il distanziamento sociale e così gli alunni devono alternare ogni settimana, le lezioni in presenza alla didattica a distanza. Una delegazione degli alunni è stata ricevuta dal presidente della Provincia Mario Pupillo. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie