Fisco: commercialista, nuova proroga versamenti lockdown

Nuova rateizzazione, metà entro l'anno e l'altra metà nel 2021

(ANSA) - PESCARA, 13 SET - "L’art. 97 del DL 104/2020 – Decreto Agosto, ha introdotto la possibilità di effettuare, i versamenti prorogati al 16/09/2020 dal Decreto Rilancio, con le seguenti modalità: 50% delle somme sospese o in unica soluzione entro il 16/09/2020 o in un massimo di quattro rate mensili di pari importo a partire dal 16/09/2020; restante 50% delle somme sospese in un massimo di ventiquattro rate mensili di pari importo a partire dal 16/01/2021". A illustrare le nuove disposizioni è il commercialista di Pescara, Luca Orsini.
"Sarà possibile pagare in quattro rate solo la metà del debito (che sulla base del DL rilancio andava saldato per intero al più tardi alle stesse quattro scadenze entro fine anno) - chiarisce Orsini - rinviando, così, l’altra metà del debito al 2021, con possibilità di rateizzarlo in 24 rate. Ma quali sono in concreto questi versamenti prorogati? le ritenute sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, le addizionali regionali e comunali IRPEF; l’IVA; ed i contributi previdenziali, assistenziali ed assicurativi scadenti nel periodo tra l’08 marzo ed il 31 maggio ossia nei mesi in cui le imprese italiane destinatarie di questa agevolazione (che si badi bene spettava solo a determinate condizioni) erano tutte pressoché ferme, fatte salve quelle necessarie all’approvvigionamento dei beni di prima necessità. Si tratta, in sostanza, di somme significativamente più basse rispetto ai debiti tributari e previdenziali (per i quali non vi è stata alcuna proroga) che quelle stesse imprese hanno generato di lì a poco - riavviando, a fatica e spesso con grande preoccupazione - le loro attività". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie