Regioni: Abruzzo; centrosinistra attacca, Giunta incapace

Critiche su tutti i fronti. 'Cancellati 217 milioni Masterplan'

(ANSA) - PESCARA, 11 AGO - "E' una Giunta ferma e incapace di governare. Che il presidente Marsilio fosse un alieno catapultato da Roma ci era chiaro fin dal momento dell'insediamento, ma che dopo oltre 18 mesi, ormai al secondo anno, ci fosse questa totale incapacità di governare è davvero sorprendente, come è sorprendente la reazione nervosa che non fa altro che confermare i limiti di questa azione di governo". Lo affermano i consiglieri regionali di centrosinistra, attaccando la Giunta su tutti i fronti, dai 217 milioni di euro del Masterplan cancellati alle leggi Cura Abruzzo 1 e 2, dalla sanità ai rifiuti.
    Il punto della situazione è stato fatto, carte alla mano, dai consiglieri Silvio Paolucci, Dino Pepe, Antonio Blasioli, Pierpaolo Pietrucci e Marianna Scoccia, secondo i quali "la verità è che tanto nervosismo del presidente rivela che la nostra opinione su questi mesi di governo del centrodestra ha colto nel segno. Sono state utilizzate anche parole sorprendenti, perché non conoscevamo Marsilio sotto il profilo di una mancata educazione - sottolineano - Parole che qualificano le persone che le pronunciano e non solo quelle che le ricevono. Bisogna mettere in campo una visione, una strategia, una programmazione. Questo manca da due anni in questa regione. Non c'è un solo euro in più per una sola idea in più che ha portato il presidente romano Marsilio, davvero un alieno atterrato da Roma in Abruzzo che non ha nulla a che fare con i problemi della comunità regionale abruzzese".
    Secondo il centrosinistra sono stati "cancellati 217 milioni di euro per il Masterplan, opere strategiche da Pescara a Teramo, da L'Aquila a Chieti, dal fucino al porto di Ortona (Chieti)", è stata "cancellata la programmazione per quanto riguarda la sanità, con il piano sanitario 19-21 che ad agosto 2020 ancora non c'è. Sui rifiuti - aggiungono - si rischia di cedere le cave per farle diventare delle discariche. Per quanto riguarda le leggi Cura Abruzzo 1 e 2 le pesanti osservazioni che hanno costretto il presidente Marsilio a togliere le risorse del Masterplan e utilizzarle come bancomat per coprire quelle norme che non avevano copertura".
    "Le nostre sono domande precise: perché avete cancellato le risorse del Masterplan? Perché non c'è un solo atto di governo e di programmazione in due anni? Perché non ci sono risorse attrattive, in più, per questa regione? Perché non c'è lo straccio di una programmazione sanitaria? Perché non c'è lo straccio di una programmazione che riguardi i rifiuti, ambiente, commercio e urbanistica?", chiedono i consiglieri di Pd, Legnini Presidente, Abruzzo in Comune e Gruppo misto. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie