Confagricoltura, produzione ortaggi Fucino -30%

Da Gdo comportamenti irresponsabili e speculativi su prezzi

(ANSA) - L'AQUILA, 31 LUG - L'emergenza Covid-19 sta presentando il suo conto anche agli agricoltori fucensi: il crollo generalizzato dei prezzi degli ortaggi causerà alle aziende agricole non meno di 130 milioni di euro di perdite circa il 30% del Pil agricolo della zona. A renderlo noto è la Confagricoltura dell'Aquila. "Gli agricoltori del Fucino - spiega il presidente di Confagricoltura L'Aquila Fabrizio Lobene - stanno distruggendo migliaia di ettari di ortaggi: radicchio, insalate, finocchi ormai in fase avanzata di raccolta. Gli sforzi fatti durante l'isolamento per la mancanza di operai, le modifiche apportate ai piani di coltivazione che hanno previsto l'aumento delle colture industriali (patate, carote, spinaci), la riduzione del numero dei trapianti con la contestuale riduzione volontaria delle produzioni di del 30% non è bastata per evitare il crollo totale dei prezzi. Mai ci saremmo aspettato il comportamento cinico della Grande distribuzione organizzata che ha deciso di alzare in modo irresponsabile e speculativo i prezzi deprimendo i consumi". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie