Aggressione omofoba Pescara: sindaco,addolorato no a odg

(V. 'Aggressione omofoba a Pescara: Consiglio...' delle 17.46)

(ANSA) - PESCARA, 29 GIU - "Mi addolora come sindaco che il Consiglio comunale non abbia trovato l'unanimità su un ordine del giorno di sintesi che potesse esprimere documentalmente lo sdegno e la condanna dell'intera città di Pescara, attraverso tutte le sue componenti, per la vigliacca aggressione a un ragazzo omosessuale. Non sono queste le occasioni per dimostrarsi abbarbicati a una visione politica che intende forzare la realtà per dare la propria connotazione a un episodio che va stigmatizzato senza "se" e senza "ma", come ogni atto di violenza e di prevaricazione, da qualunque parte provenga e qualsiasi sia la vittima". Lo afferma il sindaco di Pescara, Carlo Masci - eletto nel 2019 alla guida di una coalizione di centrodestra - dopo la bocciatura dell'ordine del giorno "Interventi contro l'omofobia" con i voti contrari proprio del centrodestra. Anche in aula, nel corso di un suo intervento, Masci aveva "sollecitato un atto di responsabilità da parte di tutti che andasse oltre le connotazioni di partito e di coalizione".
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie