Fira: Febbo, ok bilancio. Ora fusione con Abruzzo Sviluppo

"Diventerà banca investimenti delle piccole e medie aziende"

(ANSA) - PESCARA, 03 GIU - "La Fira durante l'ultimo Consiglio di Amministrazione ha approvato per la prima volta dopo anni il proprio Bilancio chiudendo con un utile positivo".
    Lo comunica l'assessore alle Attività Produttive della Regione Abruzzo Mauro Febbo ricordando come "la Fira, società in house providing della Regione Abruzzo, è stata recentemente oggetto di indagine da parte della sezione regionale della Corte dei Conti sulla gestione degli esercizi precedenti (2009-2018). Come dichiarato all'inizio del mio insediamento da assessore regionale, la società Finanziaria Regionale Abruzzese SpA deve tornare a svolgere il proprio ruolo e sua funzione essenziale, ossia concorrere, in base allo statuto, a sviluppo e riequilibrio socio-economico e territoriale della regione, alla piena occupazione e alla valorizzazione delle risorse imprenditoriali, anche mediante compartecipazione nella gestione delle risorse europee assegnate alla Regione. Adesso è fondamentale portare a termine la fusione tra le due società in house Fira e Abruzzo Sviluppo per ottenere una reale razionalizzazione dei costi, contenimento delle spese e snellimento delle procedure istruttorie dei bandi. Ciò darà la possibilità alla nuova società di vedere finalmente il riconoscimento dell' art. 106 da parte della Banca d'Italia e quindi di diventare banca di investimenti del territorio e delle piccole e medie aziende. Pertanto - conclude Febbo - inizia l'iter di fusione con Abruzzo Sviluppo, l'altra società in house, che si dovrà concludere entro il 31 dicembre 2020".
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie