Fase 2: didattica a distanza anche per studenti-detenuti

Iniziativa del Cpia e dell'Istituto Aterno-Manthoné

(ANSA) - PESCARA, 09 MAG - Didattica a distanza anche per gli studenti ristretti nelle case circondariali di Pescara e Lanciano (Chieti). Ad attivarla sono stati il Centro provinciale per l'istruzione degli adulti (Cpia) Pescara-Chieti, per la scuola elementare e media, e l'istituto Aterno-Manthoné di Pescara, per la scuola superiore. Gli studenti ristretti nei due penitenziari - due delle quattro sedi carcerarie del Cpia - hanno potuto riprendere a distanza l'attività didattica interrotta il 4 marzo scorso, grazie alla collaborazione tra le dirigenti scolastiche del Cpia, Michela Braccia, dell'istituto Aterno-Manthoné, Antonella Sanvitale, e dei direttori delle due carceri, Lucia Di Feliciantonio (Pescara) e Maria Lucia Avantaggiato (Lanciano).
    L'intento, spiegano i promotori, è stato fin dall'inizio quello di "garantire continuità didattica agli studenti ristretti, per i quali la scuola rappresenta da sempre un'opportunità di 'evasione' culturale, di crescita e di riprogettazione della propria vita". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie