Barriere A14:Aspi,concluse nuove analisi,domani riunione Mit

Società su rigetto tre istanze di dissequestro

(ANSA) - PESCARA, 8 GEN - "Secondo tutte le analisi tecniche svolte finora da Aspi e da qualificate società esterne, tale limitazione può infatti essere superata". Lo afferma in una nota Autostrade per l'Italia, in merito alle notizie sul rigetto di tre istanze di dissequestro presentate dalla società all'Autorità Giudiziaria di Avellino, sottolineando che "la prima istanza riguardava la rimozione della limitazione di transito per i mezzi pesanti superiori alle 3,5 tonnellate sul viadotto Cerrano, in provincia di Teramo, che causa la maggior parte degli incolonnamenti registrati negli ultimi giorni sulla A14". Affermando che la limitazione in questione "può essere superata", Autostrade sottolinea che "a questo scopo, già nella giornata di domani si terrà una nuova riunione tra i tecnici della Direzione di Tronco di Pescara di Aspi e quelli del Mit per condividere l'esito degli ulteriori approfondimenti svolti negli ultimi giorni: in particolare l'Istituto Italiano della Saldatura sta ultimando la verifica delle cerniere dell'infrastruttura, mentre un pool di esperti de La Sapienza ha eseguito ulteriori verifiche sulle fondazioni. Queste ultime - si legge - sono inoltre costantemente monitorate da sensori, che nell'ultimo anno non hanno rilevato alcun movimento in relazione ai movimenti franosi dell'area circostante". "Le ulteriori due istanze - prosegue la nota - contenevano proposte tecniche per allestire i cantieri sulla A14 necessari ai lavori di sostituzione delle barriere laterali riducendo il più possibile gli impatti sulla viabilità, a parità di sicurezza per automobilisti e operai. La società interesserà immediatamente gli uffici tecnici del Mit per individuare ulteriori soluzioni tecniche di cantierizzazione, nel pieno rispetto del cronoprogramma dei lavori". "Per quanto riguarda invece le presunte irregolarità della tipologia delle barriere impiegate da Aspi per delimitare le zone di cantiere sul viadotto Petronilla della A14 - si legge ancora - la società informa di aver già chiarito formalmente al Mit che l'identificativo presente sulle barriere installate equivale esattamente a quello indicato nelle prescrizioni".
    "Autostrade per l'Italia continuerà a fare tutto quanto in proprio potere sul piano tecnico, organizzativo ed economico per lenire le difficoltà degli utenti e dei territori, fornendo tempestivi aggiornamenti sull'evolvere della situazione. La società sta interloquendo con il Mit per valutare una riproposizione, a stretto giro, di una nuova istanza di dissequestro", conclude la nota. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie