Abruzzo

Melilla,Chiodi assolto, ok per populisti

Ex deputato, ci fu clima odio verso politica e partiti

Sull'assoluzione dell'ex Presidente della Regione Abruzzo Chiodi, Gianni Melilla dice che: ''quelle vicende, con eco enorme su stampa regionale e nazionale, formarono l'opinione dei cittadini sulla Regione e in generale sui politici. I qualunquisti (mai chiamati populisti, il popolo è cosa seria, i populisti veri, quelli russi dell'800 erano rivoluzionari che pagavano con la vita, come il fratello di Lenin, che fu impiccato, nella lotta contro lo zarismo) sono stati i beneficiari elettorali e politici del clima di odio e disprezzo verso la politica e i partiti. Quei giornalisti che hanno soffiato sul fuoco dell'antipolitica con argomenti spesso falsi e pretestuosi dovrebbero riflettere sulla loro campagna contro partiti e istituzioni''. Melilla continua dicendo che ''Libri e articoli, trasmissioni televisive, nuovi "politici" e jene di ogni risma, hanno picconato la democrazia rappresentativa e la politica. É il risultato oggi è una cultura popolare prevalente fondata sul nazionalismo, sulle promesse elettorali non realizzate''.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie