Percorso:ANSA.it > Un libro al giorno > News
La copertina

Malik Ibn Anas: 'al-Muwatta''

a cura di Roberto Tottoli

di Massimo Lomonaco

Scritto nell'VIII secolo, il Muwatta' e' il piu' antico trattato di legge islamica ed ora per la prima volta e' tradotto in italiano. Un'opera che riveste un'importanza fondamentale per conoscere e riflettere sulla cultura, non solo giuridica, dell'Islam.

Il libro e' una sterminata casistica in grado di coprire un'ampia gamma di attivita' umane, molte delle quali non venivano trattate neppure dal Corano stesso.

Si va dal 'Libro della preghiera' a quello dei 'Funerali, dall''Elemosina rituale' al 'Digiuno', dal 'Pellegrinaggio' al 'Jihad': una minuziosa gestione di ogni aspetto in cui un fedele puo' trovarsi nel corso della sua vita.

La novita' del Muwatta' e' che finche' il Profeta era in vita non c'era bisogno di una legge musulmana sistematizzata sia perche' la sua autorita' in merito era assoluta, sia perche' i confini del mondo islamico non si estendevano oltre la penisola arabica dove vigevano norme consuetudinarie omogenee. E' con la morte di Maometto e con l'espansione oltre la penisola arabica che la situazione si complica: le norme precedenti entrano in contatto con diverse tradizioni giuridiche in territori dove la presenza multietnica e' una costante.

Malik ibn Anas - nato a Medina tra il 708 e il 716 - supera le scuole giuridiche sorte spontaneamente tra l'VIII e il IX secolo e scrive il suo 'percorso agevolato' (cosi' puo' essere tradotto 'al Muwatta'') e scrive il primo 'manuale pratico' in grado di aiutare l'uomo musulmano ad affrontare gran parte delle situazione in cui si puo' trovare. Si potrebbe definire un 'Corpus iuris' giustinianeo che ovviamente va al di la' delle leggi civili.

''Il Muwatta' esprime, secondo la concezione islamica, una testimonianza imprescindibile - scrive nel'introduzione Tottoli - sulla diffusione dei detti di Muhammad e di quelli attribuiti ai suoi compagni o alla generazione successiva e sul loro uso nel discorso legale''.

Il libro ebbe, fin dalla sua prima uscita, una grandissima fortuna e un'altrettanta diffusione nell'intero mondo musulmano, compresi i nuovi territori ben oltre la penisola arabica: in Spagna, El Andalus, le copie del 'manuale' godettero di una solida fama. Basti pensare che tuttora e' il testo base della legge islamica in gran parte del Nord Africa, territori oggi attraversati da grandi sconvolgimenti politici.

Tottoli - e l'Einaudi - hanno il merito di aver portato all'attenzione dei lettori italiani un'opera complessa (grandi i problemi legati alla traduzione) ma decisiva per un'analisi della cultura islamica che puo' far giustizia di alcuni pregiudizi e al tempo stesso rafforzare alcuni punti. (ANSA).

Casi editoriali

  1. "2666"

    A sei anni dalla morte Roberto Bolano diventa scrittore di culto

  2. "The Father"

    Venduto in quattro Paesi e diritti film

  3. "Il suggeritore"

    182mila copie in 9 mesi per noir di Carrisi

Autori

  • Paulo Coelho

    Fra gli autori piu' conosciuti della letteratura mondiale, e' nato a Rio de Janeiro nel 1947. Le sue opere, pubblicate in piu' di 160 paesi, sono tradotte in settantuno lingue
  • Mark Twain

    E' considerato una fra le maggiori celebrita' americane del suo tempo
  • John Freeman

    Scrittore e critico letterario, ha pubblicato per The New York Times, Los Angeles Times, The Guardian e Wall Street Journal.
  • Elio Lannutti

    Giornalista e presidente dell'Adusbef dal 1987, attualmente e' senatore dell'Italia dei Valori
  • Sveva Casati Modignani

    Questo nome e' lo pseudonimo di Bice Cairati e Nullo Cantaroni, moglie e marito
  • Tiziano Scarpa

    Nato a Venezia nel 1963. Ha scritto, tra l'altro, Occhi sulla graticola, Amore, Venezia e' un pesce
  • Manlio Cancogni

    Nel dopoguerra si e' dedicato al giornalismo ed e' stato inviato speciale dell'Europeo e dell'Espresso
  • Antonio Pennacchi

    Il 'fasciocomunista' ha vinto con 133 voti il Premio Strega 2010 con 'Canale Mussolini'
  • Claudio G.Segre'

    Studioso del fascismo italiano, ha pubblicato anche 'L'Italia in Libia' e un volume di memorie
  • Olivia Lichtenstein

    E' nata e vive a Londra, ha anche lavorato come regista di serie televisive e ha prodotto alcune commedie teatrali
  • Nino Treusch

    Nato a Colonia nel 1966, vive da quattro anni a Miami. Ha trascorso parte dell'infanzia e dell'adolescenza in Italia dove si e' laureato alla Bocconi di Milano
  • Luigi Politano e Luca Ferrara

    Luigi Politano dirige il portale rivista online.com, mentre Luca Ferrara ha illustrato il libro ''Da Arkham Alle Stelle'' e ''Don Peppe Diana. Per amore del mio popolo''
  • Alberto De Martini

    Ha scritto libri sulla pubblicita', gestisce un'enoteca sul web, ha aperto un ristorante di successo e scritto canzoni per Mina.
  • Valentina Pattavina

  • Federica Sciarelli

    Giornalista del Tg3, conduce dal 2004 la popolare trasmissione 'Chi l'ha visto?'