Percorso:ANSA.it > Un libro al giorno > News
La copertina del libro

'Acqua in bocca'

di Andrea Camilleri e Carlo Lucarelli

di Paolo Petroni

Questo libro, che arriva oggi in libreria, nasce come un gioco e diventa una sfida non sempre facile e, alla fine, un racconto noir ironico e in cui i due autori, tra i nostri maggiori scrittori di gialli, si mettono in gioco, non solo facendo incontrare e lavorare assieme due propri celebri protagonisti, il commissario Salvo Montalbano di Vigata e l'Ispettrice capo Grazia Negro di Bologna, ma apparendo di persona, solo in trasparenza, come nello stile di Camilleri, o con nome e cognome, come fa Lucarelli, che stasera ne parla al festival Trastevere Noir.

E poi,a questo modo, arriviamo a sentire un Montalbano che parla di uccidere una persona pericolosa e farne sparire il corpo, che, conoscendolo, appare davvero incredibile, specie per come poi la cosa andra' a finire e il commissario costretto a giustificarsi. Ma non vogliamo levare la sorpresa al lettore.

Il libro si costruisce via via in forma epistolare: Grazia Negro scrive chiedendo aiuto a Montalbano e questi le risponde e, visto il pericolo dell'indagine, in cui sono coinvolti i servizi deviati, continueranno a comunicare per scritto per cercare di non far capire di conoscersi. Ecco cosi' che parte Lucarelli, parlando di un omicidio misterioso, con un uomo soffocato con un sacchetto di plastica e trovato con accanto due pesci rossi morti. E Camilleri risponde prendendo tempo, con l'ironia propria del suo creatore: ''Sono molto indeciso se darti una mano o no, perche' tu mi sembri una che le rogne va a cercarsele. E la rogna e' contagiosa'', ma il fatto che si tratti di una indagine 'privata' non autorizzata naturalmente lo coinvolge stuzzica. Ogni volta che uno dei due scrittori scrive all'altro, nelle vesti del proprio personaggio, porta avanti la storia, propone un tassello che e' una sfida a trovare, a inventare un seguito, una risposta plausibile, un indizio che si possa inserire nel puzzle generale, di cui pero' nessuno conosce il possibile finale, almeno sino a un certo punto. Tra l'altro ecco che ambedue sottolineano la gelosia dei compagni dei rispettivi personaggi, l'insegnante cieco Simone Martini di Grazia e Livia Burlando di Salvo, davanti a questo misterioso scambio di missive. Tornano tanti caratteri, perche' i due autori comunque si divertono a questo gioco: Montalbano spedisce cannoli con dentro nascoste missive, e ne riceve in cambio pregiati tortellini fatti a mano su invito del Sig. Lucarelli, sotto i quali anche non manca un bigliettino di Grazia. Di lettera in lettera i due finiranno per ritrovarsi assieme, a Milano Marittima, ''un vero ossimoro'' come lo definisce il commissario siciliano, che comunque scopre una cioccolateria di conterranei e ne fa il proprio quartier generale.

Ma dire di piu' sarebbe disonesto. Basti sapere, per acuire la curiosita' di questo racconto 'anomalo', che il tutto finisce con una bella sparatoria generale.

Casi editoriali

  1. "2666"

    A sei anni dalla morte Roberto Bolano diventa scrittore di culto

  2. "The Father"

    Venduto in quattro Paesi e diritti film

  3. "Il suggeritore"

    182mila copie in 9 mesi per noir di Carrisi

Autori

  • Paulo Coelho

    Fra gli autori piu' conosciuti della letteratura mondiale, e' nato a Rio de Janeiro nel 1947. Le sue opere, pubblicate in piu' di 160 paesi, sono tradotte in settantuno lingue
  • Mark Twain

    E' considerato una fra le maggiori celebrita' americane del suo tempo
  • John Freeman

    Scrittore e critico letterario, ha pubblicato per The New York Times, Los Angeles Times, The Guardian e Wall Street Journal.
  • Elio Lannutti

    Giornalista e presidente dell'Adusbef dal 1987, attualmente e' senatore dell'Italia dei Valori
  • Sveva Casati Modignani

    Questo nome e' lo pseudonimo di Bice Cairati e Nullo Cantaroni, moglie e marito
  • Tiziano Scarpa

    Nato a Venezia nel 1963. Ha scritto, tra l'altro, Occhi sulla graticola, Amore, Venezia e' un pesce
  • Manlio Cancogni

    Nel dopoguerra si e' dedicato al giornalismo ed e' stato inviato speciale dell'Europeo e dell'Espresso
  • Antonio Pennacchi

    Il 'fasciocomunista' ha vinto con 133 voti il Premio Strega 2010 con 'Canale Mussolini'
  • Claudio G.Segre'

    Studioso del fascismo italiano, ha pubblicato anche 'L'Italia in Libia' e un volume di memorie
  • Olivia Lichtenstein

    E' nata e vive a Londra, ha anche lavorato come regista di serie televisive e ha prodotto alcune commedie teatrali
  • Nino Treusch

    Nato a Colonia nel 1966, vive da quattro anni a Miami. Ha trascorso parte dell'infanzia e dell'adolescenza in Italia dove si e' laureato alla Bocconi di Milano
  • Luigi Politano e Luca Ferrara

    Luigi Politano dirige il portale rivista online.com, mentre Luca Ferrara ha illustrato il libro ''Da Arkham Alle Stelle'' e ''Don Peppe Diana. Per amore del mio popolo''
  • Alberto De Martini

    Ha scritto libri sulla pubblicita', gestisce un'enoteca sul web, ha aperto un ristorante di successo e scritto canzoni per Mina.
  • Valentina Pattavina

  • Federica Sciarelli

    Giornalista del Tg3, conduce dal 2004 la popolare trasmissione 'Chi l'ha visto?'