Percorso:ANSA.it > Un libro al giorno > News
'Il parto in casa, istruzioni per l'uso' di Elisabetta Malvagna

'Il parto in casa, istruzioni per l'uso'

di Elisabetta Malvagna

di Gioia Giudici

Partorire in un'atmosfera di intimita' e fiducia potrebbe aiutare la diminuzione dei parti cesarei? Secondo Elisabetta Malvagna, giornalista dell'ANSA, certamente si'. Ma come ottenere tutto cio', ora che le nascite sono sempre piu' regolate dai ritmi ospedalieri e dalla paura di contenziosi legali? La risposta della Malvagna e' spiegata nel dettaglio nel suo secondo libro sull'argomento, 'Il parto in casa - istruzioni per l'uso', in uscita il 29 aprile per la Red! Edizioni. E' un manuale e non solo, introdotto dalla cantante Giorgia, che a febbraio ha partorito in casa il piccolo Samuel, e che ringrazia l'autrice di ''averla ispirata e aiutata a scegliere di vivere un'esperienza eccezionale''.

La prefazione e' di Verena Schmid, decana del settore, direttrice della Scuola Elementale di Arte Ostetrica di Firenze. ''Ogni donna puo' - scrive la Schmid - restituire all'esperienza della maternita' un valore grande nella propria vita: prendersi e godersi lo stato del tutto eccezionale ed estatico che la nascita fisiologica e naturale del proprio figlio le puo' donare''.

Quando ha scelto di partorire in casa Sara, la sua primogenita, Malvagna e' andata incontro a molte diffidenze, a partire dalla sua ginecologa. ''Sul parto in casa ci sono molti tabu' e resistenze - racconta la giornalista, madre di due figli entrambi nati tra le mura domestiche - dovute soprattutto alla scarsita' di informazioni e all'idea che la gravidanza sia una malattia''. Cosi' ha iniziato a documentarsi, scoprendo che ''le evidenze scientifiche dimostrano che il parto in casa selezionato e' sicuro quanto quello ospedaliero''.

Ma c'e' di piu', come provano le scelte di tante donne come Meryl Streep e le top model Gisele Bundchen, Cindy Crawford ed Elle Mac Pherson: dare alla luce i propri figli a casa ''rappresenta il primo passo di un nuovo rapporto con il proprio corpo e con la maternita', basato sulla fiducia e sulla competenza, sempre piu' penalizzata, della coppia mamma-bambino''.

Oltre alla sua esperienza, Malvagna - che ha gia' pubblicato 'Partorire senza paura', sempre per la Red!, giunto alla seconda edizione - offre le testimonianze di donne che hanno compiuto questa scelta e di altre che, al contrario, hanno vissuto esperienze limite, altamente traumatiche in ospedale. Corredano il libro interviste a esperti del settore, a partire dal neonatologo americano Marsden Wagner, convinto che ''portare la nascita in ospedale e' un'enorme interferenza'', e schede pratiche, utili alle future mamme: come compilare un Piano per il Parto, come avviare un allattamento felice e, soprattutto, come ''sopravvivere'' ai primi tempi con un bebe'.

''Il parto in casa e' una scelta di umilta' - si legge nel libro - nei confronti di qualcosa di piu' grande di noi: la nascita di un bambino. Un evento che, invece di proteggere e tutelare, ci ostiniamo a voler controllare, gestire, piegare alla nostra volonta'. Con risultati deludenti, se non devastanti''.

Casi editoriali

  1. "2666"

    A sei anni dalla morte Roberto Bolano diventa scrittore di culto

  2. "The Father"

    Venduto in quattro Paesi e diritti film

  3. "Il suggeritore"

    182mila copie in 9 mesi per noir di Carrisi

Autori

  • Paulo Coelho

    Fra gli autori piu' conosciuti della letteratura mondiale, e' nato a Rio de Janeiro nel 1947. Le sue opere, pubblicate in piu' di 160 paesi, sono tradotte in settantuno lingue
  • Mark Twain

    E' considerato una fra le maggiori celebrita' americane del suo tempo
  • John Freeman

    Scrittore e critico letterario, ha pubblicato per The New York Times, Los Angeles Times, The Guardian e Wall Street Journal.
  • Elio Lannutti

    Giornalista e presidente dell'Adusbef dal 1987, attualmente e' senatore dell'Italia dei Valori
  • Sveva Casati Modignani

    Questo nome e' lo pseudonimo di Bice Cairati e Nullo Cantaroni, moglie e marito
  • Tiziano Scarpa

    Nato a Venezia nel 1963. Ha scritto, tra l'altro, Occhi sulla graticola, Amore, Venezia e' un pesce
  • Manlio Cancogni

    Nel dopoguerra si e' dedicato al giornalismo ed e' stato inviato speciale dell'Europeo e dell'Espresso
  • Antonio Pennacchi

    Il 'fasciocomunista' ha vinto con 133 voti il Premio Strega 2010 con 'Canale Mussolini'
  • Claudio G.Segre'

    Studioso del fascismo italiano, ha pubblicato anche 'L'Italia in Libia' e un volume di memorie
  • Olivia Lichtenstein

    E' nata e vive a Londra, ha anche lavorato come regista di serie televisive e ha prodotto alcune commedie teatrali
  • Nino Treusch

    Nato a Colonia nel 1966, vive da quattro anni a Miami. Ha trascorso parte dell'infanzia e dell'adolescenza in Italia dove si e' laureato alla Bocconi di Milano
  • Luigi Politano e Luca Ferrara

    Luigi Politano dirige il portale rivista online.com, mentre Luca Ferrara ha illustrato il libro ''Da Arkham Alle Stelle'' e ''Don Peppe Diana. Per amore del mio popolo''
  • Alberto De Martini

    Ha scritto libri sulla pubblicita', gestisce un'enoteca sul web, ha aperto un ristorante di successo e scritto canzoni per Mina.
  • Valentina Pattavina

  • Federica Sciarelli

    Giornalista del Tg3, conduce dal 2004 la popolare trasmissione 'Chi l'ha visto?'