Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Le 'rughe' della Luna sono più recenti del previsto

Le 'rughe' della Luna sono più recenti del previsto

Le ultime sono comparse 50 milioni di anni fa

20 febbraio, 10:34
Le recenti formazioni sulla superficie lunare scoperte dalla sonda della Nasa Lro (fonte: NASA/GSFC/Arizona State University/Smithsonian Institution) Le recenti formazioni sulla superficie lunare scoperte dalla sonda della Nasa Lro (fonte: NASA/GSFC/Arizona State University/Smithsonian Institution)

Le 'rughe' della Luna sono più recenti di quanto si credesse. Le fratture sulla crosta, simili a increspature, rilevate dalla sonda della Nasa Lunar Reconnaissance Orbiter (Lro) risalgono infatti a 'soli' 50 milioni di anni fa. Secondo i ricercatori dell'Istituto statunitense Smithsonian gli ultimi movimenti interni della Luna, che raffreddandosi si e' 'raggrinzata', sono stati molto più recenti di quanto stimato finora.
E’ quanto emerge dallo studio pubblicato sulla rivista Nature Geoscience e basato sulle immagini inviate a Terra dagli strumenti del Lunar Reconnaissance Orbiter (Lro), il satellite della Nasa lanciato nel 2009 per raccogliere immagini ad alta definizione della superficie lunare.
Le immagini mostrano alcune spaccature sulla superficie lunare riconducibili a recenti movimenti della crosta. Secondo i modelli più accreditati la Luna si sarebbe formata in seguito alla collisione di un corpo celeste con la Terra ancora calda e in formazione. Il materiale sollevato avrebbe poi costituito il nostro satellite, che si sarebbe lentamente raffreddato e con esso si sarebbe conclusa l'attività tettonica, circa 1 miliardo di anni fa.
In maniera non troppo dissimile alle pieghe e grinze provocate dall'essiccamento di un frutto, il raffreddamento del satellite avrebbe prodotto alcune caratteristiche fratture individuate dalla sonda Lro. Il fenomeno era già stato rilevato dalla sonda Lro nel 2010, ma le nuove immagini hanno portato i ricercatori a rivedere i tempi di formazione delle ‘rughe’.
   Analizzando il basso numero di crateri da impatto presenti lungo le linee di frattura, è emerso infatti che l’attività tettonica della Luna si sarebbe conclusa circa 50 milioni di anni fa. Un risultato, questo, che secondo gli esperti potrebbe aprire ora un nuovo dibattito relativo all'evoluzione del nostro satellite.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati