Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Robot con coda, come lucertole

Robot con coda, come lucertole

Sono più stabili e adatti a operazioni di soccorso

05 gennaio, 15:18
Una lucertola Agama agama vicino a un modellino di Velociraptor e a Tailbot (fonte: Thomas Libby, Evan Chang-Siu e Pauline Jennings. Courtesy of PolyPEDAL Lab & CiBER/UC Berkeley) Una lucertola Agama agama vicino a un modellino di Velociraptor e a Tailbot (fonte: Thomas Libby, Evan Chang-Siu e Pauline Jennings. Courtesy of PolyPEDAL Lab & CiBER/UC Berkeley)
Correlati

Video

La capacità delle lucertole di usare la coda per orientare il corpo durante i loro acrobatici balzi è stata riprodotta in un piccolo robot a quattro ruote, dotato di una coda 'intelligente' che ne aumenta la stabilità. Il risultato, pubblicato dai ricercatori dell'università di Berkeley su Nature, apre a una nuova generazione di robot specializzati nella ricerca e nel soccorso, da usare su percorsi accidentati e superfici sconnesse. Gli ingegneri e i biologi californiani, guidati da Robert J. Full, hanno tratto ispirazione dall'osservazione di una lucertola africana appartenente alla specie Agama agama. I ricercatori l'hanno filmata mentre prende una rincorsa e salta sopra un ostacolo da cui spicca un balzo per raggiungere un piccolo rifugio posto sulla sommita' di una superficie verticale. L'esperimento è stato ripetuto cambiando di volta in volta il materiale con cui era rivestito l'ostacolo, rendendolo sempre più scivoloso e aumentando così il rischio per il rettile di finire zampe all'aria. Grazie all'analisi dei video, i ricercatori hanno dimostrato che le lucertole muovono la coda per contrastare la rotazione del corpo durante il balzo, acquistando maggiore stabilità. Partendo da questa osservazione, hanno creato un modello matematico del balzo della lucertola e lo hanno applicato a un piccolo robot su quattro ruote chiamato Tailbot e dotato di coda. Ripetendo l'esperimento con questa specie di macchinina, hanno dimostrato che una semplice coda 'passiva' non serve a nulla, perchè il robot lanciato da una rampa cade in picchiata, mentre una coda 'intelligente', dotata di sensori che comunicano la posizione nello spazio a un motore, permette di stabilizzare Tailbot a mezz'aria. I ricercatori sono riusciti inoltre a dimostrare l'esattezza della teoria elaborata nel 1969 dal paleontologo statunitense John Ostrom, secondo cui i dinosauri come il Tyrannosaurus rex e il Velociraptor usavano la coda come stabilizzatore dinamico durante i movimenti repentini e scomposti.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati