Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Metà italiani a dieta, allarme per il fai da te

Metà italiani a dieta, allarme per il fai da te

Troppi errori. Tra gli adolescenti e' in crescita l'incubo 'dieting'

13 ottobre, 10:04
Allarme obesita' Allarme obesita'

Gli italiani non sanno fare la dieta: cinque su dieci seguono un regime alimentare per perdere peso commettendo degli errori, a causa di regole "fai da te" o del ricorso ad esperti improvvisati. Tra di loro ci sono in particolare gli adolescenti, per i quali il vero e proprio incubo si chiama "dieting", una condizione in cui si perde peso con una dieta restrittiva, ma quando la si abbandona se ne riprende anche di più, in un circolo vizioso senza fine.

A lanciare l'allarme gli esperti dell'Associazione Nazionale Dietisti (Andid), che mettono in guardia: il 70% delle ragazze è a dieta, ma non sempre la segue in modo corretto rischiando di trasformare un leggero sovrappeso in vera e propria obesità. "Il problema - spiega la presidente Andid, Giovanna Cecchetto - è che si punta sempre al risultato immediato. Al contrario di quanto si pensa, invece, una dieta che funziona non deve essere rigida e austera, ma "sostenibile e piacevole" attenta anche al lato emotivo e alla gratificazione. Il dieting è causa di un comportamento esattamente opposto: il fisico si adatta alla eccessiva condizione di ristrettezza bruciando meno calorie e non si arriva mai al risultato tanto auspicato".

Per saperne di più, dal 14 fino al 18 ottobre, sarà possibile effettuare una visita gratuita negli studi dei dietisti dell'Andid, nell'ambito della giornata nazionale della buona alimentazione. Tutte le informazioni su dove trovare uno specialista e come prenotare una visita sul sito www.andid.it , al numero verde 800.97.66.80, o scrivendo una email a info@andid.it. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA