Percorso:ANSA > Canale Europa > Ogm: Commissione Ue, obbligati a ok per nuovo mais

Ogm: Commissione Ue, obbligati a ok per nuovo mais

Verosimile Pioneer 1507 coltivato solo in Spagna non prima 2015

12 febbraio, 20:12
Ogm: Commissione Ue, obbligati a ok per nuovo mais Ogm: Commissione Ue, obbligati a ok per nuovo mais

BRUXELLES - La Commissione Ue ha ribadito di essere "legalmente obbligata" a procedere verso l'autorizzazione della coltivazione del nuovo mais transgenico senza fornire date e tempi, ma "da un punto di vista pratico, a prescindere da quando verrà presa la decisione, e' molto improbabile che gli agricoltori piantino il nuovo mais già quest'anno". Lo ha detto il portavoce del commissario Ue all'agricoltura, aggiungendo che, in ogni caso, un'eventuale coltivazione del mais Pioneer 1507 "molto verosimilmente avverrebbe solo in Spagna". 

 

Nonostante la mossa del Consiglio Ue di non procedere legalmente alla votazione per lasciare margine alla Commissione di emendare o ritirare la sua proposta entro la scadenza legale di oggi, secondo l'ufficio legale dell'esecutivo Ue la discussione avvenuta ieri tra i ministri sulla proposta di autorizzazione del mais 1507 è già da considerarsi un 'atto legale' degli stati membri. Questo, di fatto, la vincola a procedere all'adozione della sua stessa proposta favorevole all'ok al nuovo ogm. Tanto che lo stesso Collegio dei commissari, ha affermato la portavoce dell'esecutivo comunitario, non ha nemmeno discusso della questione "essendo la posizione della Commissione chiara". 

 

Questa è rappresentata dalla proposta, tuttora bloccata dagli stati membri, che attribuisce libertà di scelta a ogni paese sugli ogm. "La Commissione non ha altre opzioni, deve approvare il mais 1507, ma capiamo le preoccupazioni degli stati membri ed è per questo che abbiamo anticipato il problema e nel 2010abbiamo proposto" le nuove regole sull'autorizzazione alla coltivazione degli ogm, ha sottolineato il portavoce del commissario all'agricoltura. "Solo che sfortunatamente - ha aggiunto - resta bloccata dagli stati membri, ma per questo accogliamo con favore l'iniziativa della presidenza greca di tenere una discussione al prossimo Consiglio Ue Ambiente del 3 marzo, e speriamo di poter andare avanti".

 

In ogni caso, ha tranquillizzato, l'ok finale da parte della Commissione non arriverà in tempo per rendere possibile la coltivazione del nuovo mais transgenico quest'anno - la semina avverrà nell'arco dei prossimi due mesi e non ci sono quindi i tempi tecnici - e, al massimo, potrebbe riguardare la sola Spagna su tutti i 28 paesi Ue, dove già si coltiva il mais Bt che è molto simile al 1507.

 

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati