Percorso:ANSA > Ambiente&Energia > Il mondo in campo per l'ambiente

Il mondo in campo per l'ambiente

Da condivisione auto risparmio soldi e Co2

23 aprile, 10:09
Il cuore artico di Greenpeace per giornata mondiale Il cuore artico di Greenpeace per giornata mondiale

Il mondo scende in campo in difesa dell'ambiente. Arrivata alla 43/a edizione, la Giornata mondiale della Terra che si celebra oggi, come ogni anno il 22 aprile, mobilita ogni settore con eco-eventi e cerca di sensibilizzare l'opinione pubblica per far capire che l'assottigliamento dei ghiacci ai Poli, l'aumento della temperatura globale, il buco dell'ozono, l'intensificarsi degli uragani, deforestazione e incendi sono emergenze del pianeta che riguardano tutti noi.

Da Google che celebra l'evento con un doodle che rappresenta un mini-ecosistema animato a Greenpeace che con attivisti in 280 città nel mondo raffigura un grande cuore per dire 'I love Artic' e salvare il Polo Nord, al mondo dello spettacolo che si esibisce a sostegno della causa, l'appello che si leva dal mondo é rivolto ai leader politici affinché adottino misure contro la 'distruzione' del pianeta e per un mondo sostenibile. Ma anche a difesa della salute di tutti. La giornata, voluta e supportata per il terzo anno consecutivo dalla Fao, è stata istituita nel 1970 dalle Nazioni Unite e si celebra il 22 aprile di ogni anno, un mese e due giorni dopo l'equinozio di primavera. Nel 1970 venti milioni americani risposero a un appello del senatore democratico Gaylord Nelson partecipando a una manifestazione in difesa del pianeta. E oggi l'intento è rimasto lo stesso "inspirare consapevolezza e apprezzamento dell'ambiente".

Dall'alimentazione alla mobilità, dai rifiuti all'acqua, fino all'energia: sono quindici le azioni green che l'Earth Day Italia propone ai cittadini. Sul fronte alimentare i consigli sono due: mangiare più frutta e verdura, le cui produzioni hanno un impatto ambientale inferiore, e riciclare l'olio delle fritture portandolo alle isole ecologiche, perché 1 kg di olio disperso nell'ambiente inquina mille metri cubici di acqua. Per risparmiare acqua, occorre verificare che i rubinetti non gocciolino e chiuderli mentre si lavano i denti o ci si insapona sotto la doccia, considerando che in 4 minuti scorrono 50 litri di acqua. Passando ai rifiuti, bisogna riciclare il vetro per avere un risparmio annuo di 400 tonnellate di petrolio, la plastica di cui ognuno produce 30 kg all'anno, e la carta per salvare gli alberi e risparmiare acqua e luce. Riciclare i pneumatici e fare la raccolta differenziata dei farmaci, che possono inquinare.

Per le apparecchiature elettroniche, la scelta più verde sono le batterie ricaricabili. Spegnere gli standby di televisori e dvd e staccare i caricabatterie dalla prese. Per i Pc, se 100 italiani li spegnessero durante la pausa pranzo, eviterebbero di immettere in atmosfera 8 kg di CO2. Utile impostare lo spegnimento dello schermo dopo pochi minuti di inattività. In estate, non esagerare con l'uso del condizionatore tenendolo acceso tutta la notte. Infine la mobilità: 10 km percorsi in autobus invece che in auto evitano l'emissione di oltre 1,5 kg di CO2 e se in Italia si viaggiasse sempre con automobili piene, condividendo i posti liberi, si risparmierebbero ogni anno 40 miliardi di tonnellate di CO2 e 55 miliardi di euro, una cifra pari al 3,5% del Pil, afferma il network europeo di ride-sharing BlaBlaCar.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA