Percorso:ANSA.it > Tecnologia e Internet > News

Ultima scoperta Tevatron, stop a fine anno

07 aprile, 20:50
L'acceleratore Tevatron
L'acceleratore Tevatron
Ultima scoperta Tevatron, stop a fine anno

 Sembrava dovesse tirare i remi in barca e rassegnarsi ad uscire di scena in silenzio, l'acceleratore Tevatron attivo da oltre 23 anni nel Fermilab di Chicago. Invece, a sorpresa, ha improvvisamente gettato in subbuglio il mondo dei fisici con la scoperta di una particella completamente sconosciuta, mai vista finora, e che e' probabilmente il primo ''assaggio'' di una nuova fisica. La sua ultima corsa voleva essere ancora una volta la gara con il gigante degli acceleratori, l'europeo Large Hadron Collider (Lhc) del Cern di Ginevra. Da quando, nel 2009, un guasto aveva costretto l'Lhc a una lunga pausa imprevista, il Tevatron aveva spinto sull'acceleratore all'inseguimento del bosone di Higgs grazie al quale esiste la massa, noto come la ''particella di Dio''.

Un sogno svanito rapidamente, perche' quando l'Lhc e' tornato in attivita', nel 2010, non ha fatto che accumulare record su record, un successo dopo l'altro. Nel gennaio scorso, infine, il Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti ha deciso di mandare in pensione il Tevatron a fine anno. E' stato un vero colpo per i ricercatori, che fino alla fine avevano sperato in un prolungamento dell'attivita' della macchina fino al 2014. Oggi, pero', le carte in tavola cambiano. La scoperta della particella misteriosa potrebbe essere un ''canto del cigno'' del vecchio Tevatron, oppure un colpo di coda. Per il presidente dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn), Roberto Petronzio, ''non e' strano che alla fine della carriera gli acceleratori diano i risultati piu' interessanti''. Innanzitutto perche' ''se si vede un segnale, non si corre alcun rischio a tirarlo fuori. Questo e' poco scientifico, ma accade''.

E' anche vero, pero', che a fine vita i ricercatori ''hanno un'enorme capacita' di vedere anche segnali molto piccoli e di lavorare su una grande statistica''. Non e' da sottovalutare, poi, la grande esperienza accumulata da chi lavora a queste grandi macchine, che porta i ricercatori a saper individuare ed estrarre anche segnali difficili. Tutto sembra indicare che a svelare il mistero della nuova particella debba essere Lhc (''potrebbe trovare la conferma gia' quest'anno'', secondo Petronzio). Tuttavia i fisici del Tevatron sono piu' agguerriti che mai: ''abbiamo gia' presentato una proposta per prolungare l'attivita' della macchina'', ha detto Punzi. ''Non ci e' stata garantita, ma puo' darsi che ci sia un ripensamento''. Il problema sembra essere soprattutto di budget: un anno di attivita' del Tevatron costa fra 30 r 50 milioni di dollari.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni