Percorso:ANSA.it > Spettacolo > News

Cinema: e' morto Riccardo Schicchi

Fotografo, regista, imprenditore del porno italiano. Con Ilona Staller fondo' l'agenzia Diva Futura. Tra le sue scoperte Moana Pozzi

10 dicembre, 15:30
Riccardo Schicchi (s) e Moana Pozzi il 4 aprile 1992 al seggio elettorale di Isola Farnese (Roma)
Riccardo Schicchi (s) e Moana Pozzi il 4 aprile 1992 al seggio elettorale di Isola Farnese (Roma)
Cinema: e' morto Riccardo Schicchi

di Alessandra Magliaro

ROMA - Ha legato tutta la sua vita al mondo del porno italiano Riccardo Schicchi, nato in Sicilia ad Augusta il 12 marzo 1952 e morto in ospedale a Roma per complicazioni dovute al diabete mellito di cui soffriva da tempo e che lo aveva reso quasi cieco. Fotografo, regista, soprattutto imprenditore di un settore che ha in un certo senso liberato, anche grazie ad azioni clamorose come far fotografare una delle sue attrici (diventata poi moglie e madre dei suoi due figli), la Miss Ungheria 1989 Eva Henger, nuda dentro Fontana di Trevi a Roma. La sua prima passione fu la fotografia, ma è stato nella seconda metà degli anni '70 con l'incontro con Ilona Staller che la sua vita cambiò decisamente.

Su Radio Luna con la disinibita modella ungherese conduceva una trasmissione sul sesso che divenne popolare, Voulez-vous coucher avec moi? e proprio durante quelle puntate nacque il soprannome Cicciolina. Da lì un'idea dopo l'altra, sempre in coppia con l'attrice: nel 1976 primo nudo integrale in un luogo pubblico, una discoteca; nel 1978 il primo seno scoperto mandato in onda in diretta dalla Rai nella trasmissione C'era due volte, bissato a Stryx; nel 1979 il primo soft-porno italiano, e primo film in assoluto con protagonista Ilona Staller: Cicciolina amore mio. Poi il primo spettacolo live, Curve deliziose, che ebbe procedimenti giudiziari. Nel 1983 fondò con la Staller Diva Futura, un'agenzia per modelle e modelli pornografici. "Ero l'unico maschio in un harem di donne", ha raccontato all'ANSA il più noto attore hard Rocco Siffredi ricordando gli esordi. "Avevo 20 anni e a lui devo tutto, come ad un padre professionale". Da quell'agenzia lanciò la superstar Moana Pozzi e tante altre come Malù detta Ramba, Baby Pozzi, la trans Maurizia Paradiso.

Ad un certo punto si inventò pure le pornocasalinghe come Rossana Doll e Jessica Rizzo. Contribuì alla clamorosa elezione alla Camera dei deputati di Ilona Staller e nel 1990 fu tra i fondatori del Partito dell'Amore, un esperimento quasi parodia dei partiti politici tradizionali, che non arrivò al quorum per la Camera ma comunque ebbe un buon numero di preferenze per la capolista Moana. "Per l'Italia della pornografia questo è un grave lutto" ha aggiunto Siffredi spiegando che "non c'é stato nessuno come lui che ha creduto così tanto al made in Italy pornografico, riuscendo a sdoganare tutto il mondo del porno, andando dritto per una strada in cui credeva anche a costo degli insulti dei benpensanti. A me fermavano per la strada per dire sei un figo, sei un grande, a lui sberle e frasi tipo sei un maiale". E sempre l'amico Siffredi lo racconta con un'anima divisa in due: "il siciliano di paese, gelosissimo delle sue donne e il libertino sfrenato".

Nella sua carriera anche guai giudiziari: nel 2006 una condanna in primo grado a 6 anni di reclusione con l'accusa di associazione per delinquere, violazione della legge sull'immigrazione e sfruttamento della prostituzione, fu coinvolto nello scandalo Vallettopoli, arrestato, scarcerato e nel gennaio 2008 infine condannato a una multa di 800 euro per incitamento alla prostituzione. Riccardo Schicchi ha sempre fatto questo lavoro "con passione, pensando ad un'arte. Certo aveva fiutato il business, é stato un genio del porno italiano, ma lavorava con grande trasporto", dice ancora Siffredi. La fine, a 60 anni, amara: "malato da anni, praticamente cieco e con le gambe che si sbriciolavano, ma sempre con quel sorriso stampato. I suoi ultimi lavori erano la cura di qualche ragazza in chat, abbandonato dai tanti che a lui devono tutto. Insomma non certo la fine che meritava". Accanto a lui Eva Henger con la quale si era separato di fatto da alcuni anni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni