Percorso:ANSA.it > Spettacolo > News

Beppe Fiorello, 10 anni di fiction per Raiuno

La rete gli dedica rassegna, presto nuova fiction su padri separati

10 luglio, 11:06
Beppe Fiorello sul set del film 'Il sorteggio'
Beppe Fiorello sul set del film 'Il sorteggio'
Beppe Fiorello, 10 anni di fiction per Raiuno

di Nicoletta Tamberlich

ROMA - "La fiction italiana può assumere su di sé una funzione civile. Il mio rapporto con la tv, con la Rai è di fiducia reciproca, con l'obiettivo di non tradire il pubblico, i telespettatori e i miei valori. Perché da uomo privilegiato quale mi ritengo, ho sempre pensato che l'unico modo per dare un significato al mestiere di attore è quello di utilizzare tutti gli strumenti a nostra disposizione per puntare i riflettori sui grandi temi sociali del nostro paese". Così Bebbe Fiorello, il 're' delle Fiction, seguitissimo dagli spettatori sia per la sua capacità recitativa sia per la cura con cui sceglie le produzioni che interpreta parla con l'ANSA dei progetti che lo hanno visto impegnato nel passato e di quelli dell'immediato futuro. 

"Io - racconta l'attore catanese, 42 anni - non sono mai stato bravo a scendere in piazza, a protestare, pur rispettando ogni battaglia per i diritti. Alzo il pugno allora nell'unico modo che conosco, interpretando dei ruoli. Dando voce agli altri, attraverso le storie che racconto".

Una carriera quella di Fiorello in continua ascesa, 10 anni di fiction, 10 anni di grandi successi: Rai1 gli dedica il ciclo 'Storie di un italiano', un appuntamento settimanale in prima serata a partire da lunedì 11 luglio, per tutta l'estate, che riproporrà alcuni dei lavori tra i più significativi che lo hanno visto protagonista sulla tv del servizio pubblico.

Storie di uomini comuni che la vita ha reso eroi, storie di italiani che hanno saputo mostrare, nelle difficoltà, tutto il loro coraggio nell' affrontare e superare le dure prove riservate dal destino. 'Moscati', 'La vita rubata', 'Il sorteggio', 'L'uomo sbagliatò, 'Il Bambino sull'acquà, 'Brancaccio', 'Salvo d'Acquistò e 'Il Bambino della domenica'.

Come è cambiato Beppe Fiorello in questi anni? "Mi sono impegnato molto, studiando, interrogandomi su quali potevano essere gli argomenti che potevano stare a cuore ai cittadini. Spero di esserci riuscito".

C'é un ruolo cui è particolarmente legato? "Mi sta particolarmente a cuore La Vita Rubata (sulla storia di Graziella Campagna, vittima di mafia a 17 anni nel 1985) una svolta nella mia vita professionale, ma anche per la famiglia di Graziella". Perché? "In quel caso abbiamo ridato giustizia a una famiglia che la attendeva da un quarto di secolo. Ne vado fiero. E' la prova del fatto che il nostro lavoro può avere conseguenze reali sulla vita delle persone, quella funzione civile".

Fiorello ha terminato in questi giorni le riprese di una nuova fiction targata Rai 'Saro' sempre tuo padre', dedicata ai padri separati. Che storia è? "E' un altro film a cui tengo particolarmente e che rappresenta proprio quello che dicevo prima, una fiction che pone delle domande. Un progetto che ho fortemente voluto, collaborando alla sceneggiatura e che racconta una realtà scomoda e difficile, senza mai però puntare il dito contro le donne. Perché va detto che ci sono tante madri che hanno subito soprusi dai loro compagni. Ma in questo caso volevamo raccontare un punto di vista sul quale fino ad oggi nessuno si era soffermato: i dati ci dicono che i padri separati sono circa 4 milioni, di cui 900 mila sono scivolati sotto la soglia della poverta". Antonio (Fiorello) è un quarantenne che lavora sodo per mantenere la famiglia. Amabile, ma forse un po' distratto. Un giorno sua moglie (Ana Caterina Morariu) lo lascia, e il mondo gli crolla addosso. Per pagarle l'assegno mensile, si ritroverà in gravi difficoltà economiche. E rischierà di perdere il rapporto con il figlio.

Fiorello, che è padre di due bambini, di 6 e 8 anni avuti da Eleonora Pratelli spiega: "La verità è che nessuno ci insegna a fare i genitori. Si procede a tentativi, solo l' idea di trovarmi un giorno in una simile condizione, è un incubo". Quali progetti nell'immediato futuro per Fiorello?: "Ce ne sono di molto interessanti ma per scaramanzia preferisco non parlarne". E al cinema? "Ho avuto il privilegio di lavorare nel film di Emanuele Crialese 'Terraferma' che andrà al prossimo Festival di Venezia. Interpreto Nino, un pescatore ma non posso rivelare di più".

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni