Percorso:ANSA.it > Speciali > News

Stilisti in erba chiudono AltaRoma

Dalla Koefia alla Maiani, le creazioni delle accademie

11 luglio, 20:30

Correlati

Speciali

Moda: per Koefia sfila Mimosa,baby-modella di 15 anni Moda: per Koefia sfila Mimosa,baby-modella di 15 anni
Stilisti in erba chiudono AltaRoma

di Patrizia Vacalebri

Le sfilate della scuole e delle accademie di moda hanno chiuso oggi la XXIII edizione di AltaRoma AltaModa, iniziata il 5 luglio. Una giornata dedicata dunque ai giovani creativi, agli stilisti in erba che si accingono a rinnovare il made in Italy con la loro freschezza. Ad aprire le danze questa mattina a Santo Spirito in Sassia, gli studenti della Scuola di Moda Ida Ferri che hanno rivisitato i classici vestiti maschili da cerimonia frac e smoking, in versione femminile. Sono stati molto prolifici i ragazzi dell' Accademia Koefia, con Pandora e il loro viaggio intorno al mondo, nei cinque continenti, Europa, Africa, Asia, America, Oceania. Una collezione dedicata alle popolazioni in via di estinzione nel pianeta, sintetizzata dalle vesti rosse dei guerrieri Masai e dai misteriosi abiti blu-viola dei Tuareg, passando per la via della seta in Asia, ricordano gli indiani pellirossa dell'America del Nord e del Sud, i popoli dell' Amazzonia, gli Aborigeni e i Maori con i loro tatuaggi. Con il sottofondo musicale creato dal musicista Jean Ripà, per Koefia ha sfilato una collettiva di 42 capi realizzati a mano con le antiche e aggiornate tecniche dell'alta moda italiana, divisa in 5 gruppi, uno per continente.

L'Accademia Koefia celebra inoltre i 100 anni di Toni Alba Koefia che nasce a Ravenna nel 1913 e diviene titolare nel 1930 della maison per modelli di alta moda. Nel 1951 fonda l'Accademia Internazionale d'Alta Moda e d'Arte del Costume Koefia a Roma divenendo la prima esperienza italiana che opera nell'ambito del settore e della formazione, sotto il patrocinio della Regione Lazio e della Provincia. Così si celebra il centesimo anniversario della fondatrice (1913-2013). Gli studenti dell'Accademia Altieri hanno dedicato al loro collezione al tema delle architetture gotiche del XII secolo. Sono 21 gli studenti dell'accademia che festeggia 40 anni di attività, a mettere assieme una collettiva di abiti che mixano sartoria classica a tecniche di lavorazione contemporanee. Abiti in pelle tagliati al laser, corpetti in pelle decorata a mano, rosoni gotici delle cattedrali riportate su ricami, lavorazioni antiche come il crochet, cappe reversibili, mantelle asimmetriche da templare punk, vestitini bianchi e neri. In passerella a Santo Spirito in Sassia sfilano in serata anche le creazioni dei ragazzi dell'Accademia Italiana di Arte, Moda e Design, dove ha studiato lo stilista palestinese Jamal Taslaq, e le creazioni di moda dell'Accademia Maiani. Lo Ied di Roma è stato presente in questa edizione con due eventi: XL in Caput Mundi, mostra fotografica tra cinema e moda con la collaborazione di Sarli e Gattinoni, inserita negli eventi collaterali del 5 luglio, con le immagini sono scattate da 11 studentesse, e Clouds, la sfilata dei giovani designer andata in pedana nella sede dell'Istituto il 6 luglio.

Per Koefia sfila Mimosa, baby-modella di 15 anni - Mimosa è una bellissima ragazza romana di 15 anni che studia al Liceo coreutico dell'Accademia Nazionale di Danza, ma pensa di essere troppo alta per fare la ballerina classica: misura 1,78 cm di altezza. E allora eccola sfilare questa mattina a Santo Spirito in Sassia con AltaRoma per l'Accademia Internazionale d'Alta Moda, Arte e Costume, Koefia, dove ha frequentato un anno di corso di portamento e trucco, diplomandosi con 30 e lode. "Sono stata l'unica ad avere questo voto finale così alto - dice con orgoglio Mimosa nel back stage della sfilata della Koefia, dove ha strappato applausi d' ammirazione del pubblico uscendo falcata professionale in minigonne e tute shorts sbarazzine - purtroppo però la mia mamma non vorrebbe che io faccia la modella perché da giovane lei faceva i fotoromanzi". "A me invece la moda piace molto e adoro viaggiare. Io credo che come ballerina non avrei futuro perché sono troppo alta e non troverei mai un ragazzo della mia altezza come partner, sono tutti piccolini". E allora Bolle è fuori misura?

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA