Percorso:ANSA > Motori > Trionfo Lorenzo, Rossi in Yamaha

Trionfo Lorenzo, Rossi in Yamaha

12 novembre, 15:13
Jorge Lorenzo campione del Mondo Motogp Jorge Lorenzo campione del Mondo Motogp

Finalmente è finita. L'avventura di Valentino Rossi con la Ducati si è conclusa con la gara di Valencia. Sono state 36 gare di passione in due anni, di cui solo 3 di piacere, quelle dei podi in Francia e di Misano. Si chiude, con la gara vinta da Pedrosa (con il collaudatore della Yamaha Nakasuga e con Stoner sul podio) un'era del motociclismo. Due anni di aspettative mancate, di figure non all'altezza, di screzi. Il "matrimonio del secolo" é finito con un divorzio consumato nei giorni precedenti a ferragosto, con l'ufficializzazione del ritorno in Yamaha.

Due anni buttati con la Ducati, per tornare ora alla Yamaha, accanto al tanto osteggiato Lorenzo, che nel frattempo è pronto a riaccogliere Valentino con il titolo mondiale del 2012. Ma anche dalle sconfitte si può imparare, pure se le ultime stagioni hanno rischiato di affossare la carriera di Rossi. "Ho fatto tre podi, due sull'asciutto e uno sul bagnato. Il più bello quello ottenuto a Misano, che è casa mia e anche casa della Ducati - ha analizzato Rossi - per i momenti brutti non saprei dire in particolare quale, ce ne sono stati tanti". Quel che conta, adesso è ricominciare. "Ho salutato i ragazzi nel box - ha detto Valentino - tutti molto bravi con i quali ho lavorato bene. Ma adesso è tempo di cambiare. Da martedì proverò la nuova moto, speriamo di avere bel tempo. Proverò certamente la Yamaha 2012, ma non so se ce ne sarà anche una in versione 2013".

Due anni importanti comunque, perché Rossi è diventato più umano agli occhi dei suoi avversari. Se ne va sicuro di aver fatto il possibile per far crescere la Desmosedici. "Quest'anno - ha detto Valentino - da subito abbiamo cercato di capire quali fossero i problemi, io ho provato a spiegare alla Ducati ed a Filippo Preziosi (il Direttore Generale di Ducati corse, messo in discussione dall'Audi in questi giorni, ndr) cosa ci fosse da cambiare ma non ci siamo riusciti. Quando sono sceso l'ultima volta dalla Ducati è chiaro che ci sia stata un po' di tristezza, ma ora bisogna guardare avanti".

Dice addio al mondo delle due ruote Casey Stoner. Il campione del mondo uscente della MotoGP, che ha ottenuto il suo ultimo podio a Valencia non sarà più parte del circo iridato. Stoner aveva annunciato la sua decisione durante il Gp di Francia lo scorso 17 maggio e non ha mai cambiato idea. "Non sono molto soddisfatto della gara di oggi - ha detto Stoner - ma alla fine c'é stato da combattere. Voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno aiutato in questi anni. E' strano, in effetti, pensare che non sarò più coinvolto nella vita del paddock. Qui tutti stanno già pensando ai test, io invece sarò di ritorno a casa e mi riposerò". Ma il futuro di Stoner non sarà solo quello del baby pensionato. Si parla da qualche tempo di un interessamento di Stoner per le quattro ruote, nel campionato V8 australiano.

"Abbiamo avuto dei contatti - ha detto l'ex pilota Honda - ma non c'é nulla di deciso ancora. Prima mi prenderò una pausa per riposarmi e non sarà breve". Stoner è stato uno dei migliori avversari di Rossi. Valentino ha perso contro l'australiano la lotta per il titolo nel 2007, quando questi era con la Ducati. Poi ci sono i duelli per la vittoria tra i due, il più famoso dei quali è certamente quello di Laguna Seca, quando Rossi passò Stoner all'interno della variante in discesa del Cavatappi. "Per me - ha detto Rossi - è stato un grande avversario. E' un peccato che smetta così presto. Evidentemente quando un pilota arriva a prendere una decisione del genere ha sempre ragione. Se non ti va più di correre è meglio smettere".

LORENZO A QUOTA 4 TITOLI IRIDATI - Con il risultato di Phillip Island, Jorge Lorenzo, classe 1987, conquista il suo quarto titolo iridato. Il pilota di Palma di Maiorca, nella sua bacheca ora ha 2 titoli mondiali della classe 250 (nel 2006 e nel 2007) e altri due nella classe regina, la MotoGP (il primo nel 2010 e quello appena conquistato). La corona della Moto2, e' andata invece a Marc Marquez. Il tedesco Sandro Cortese infine si e' laureato campione nella Moto3

Classifica mondiale piloti:
1. Jorge Lorenzo (Spa/Yamaha) 350 punti Campione del mondo
2. Dani Pedrosa (Spa/Honda) 332
3. Casey Stoner (Aus/Honda) 254
4. Andrea Dovizioso (Ita/Yamaha) 218
5. Alvaro Bautista (Spa/Honda) 178
6. Valentino Rossi (Ita/Ducati) 163
7. Cal Crutchlow (Gbr/Yamaha) 151
8. Stefan Bradl (Ger/Honda) 135
9. Nicky Hayden (Usa/Ducati) 122
10. Ben Spies (Usa/Yamaha) 88
11. Hector Barbera (Spa/Ducati) 83
12. Aleix Espargaro (Spa/Aprilia) 74 

Classifica mondiale piloti:
1. Marc Marquez (Spa/Suter) 324 punti Campione del mondo
2. Pol Espargaro (Spa/Kalex) 268
3. Andrea Iannone (Ita/Speed Up) 193
4. Thomas Luthi (Sui/Suter) 190
5. Scott Redding (Gbr/Kalex) 161
6. Mika Kallio (Fin/Kalex) 128
7. Esteve Rabat (Spa/Kalex) 114
8. Dominique Aegerter (Sui/Suter) 110
9. Bradley Smith (Gbr/Tech 3) 109
10. Johann Zarco (Fra/Motobi) 94 ...

Classifica mondiale piloti:
1. Sandro Cortese (Ger/KTM) 325 punti Campione del mondo
2. Luis Salom (Spa/Kalex KTM) 214
3. Maverick Vinales (Spa/FTR Honda) 207
4. Danny Kent (Gbr/KTM) 154
5. Alex Rins (Spa/Suter Honda) 141
6. Romano Fenati (Ita/FTR Honda) 136

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA