Percorso:ANSA.it > Scienza e medicina > News

L'Antartico perde ghiaccio anche a est

Con la scomparsa del continente si rischia un innalzamento dei mari di 70m

23 novembre, 16:46
Un ghiacciaio nel continente antartico
Un ghiacciaio nel continente antartico
L'Antartico perde ghiaccio anche a est

 PARIGI  - La calotta di ghiaccio della parte orientale del continente Antartico non è più risparmiata dallo scioglimento che già ha attaccato la parte ovest del continente. Lo sostiene uno studio apparso sulla rivista specializzata 'Nature Geoscience'. Le calotte ai poli trattengono, sotto forma di ghiaccio, enormi quantità di acqua. La fusione totale dello strato di ghiaccio della Groenlandia, a esempio, porterebbe a un innalzamento del livello dei mari di circa sette metri, e la scomparsa della calotta antartica a un innalzamento di 70 metri.

"I nostri risultati mostrano che la calotta di ghiaccio nella parte occidentale del continente antartico perde ghiaccio a un ritmo accelerato rispetto al 2005 o al 2006, mentre l'est del continente mostra segni che vanno nella stessa direzione per lo stesso periodo", è scritto nello studio. "Questi cambiamenti sono attribuibili a un accrescimento della perdita di ghiaccio nelle regioni costiere dell'est del continente antartico", precisano gli autori. Prima di arrivare a questo risultato, che implica un innalzamento più rapido del previsto del livello dei mari in un avvenire prossimo, i ricercatori, guidati da Janli Chen, dell'Università del Texas a Austin(Usa), hanno analizzato sette anni di dati trasmessi dai due satelliti 'Grace' tra l'aprile 2002 e l'aprile 2009. Per l'ovest dell'Antartico la perdita di ghiaccio è valutata in 132 gigatonnellate per anno, con un margine in più o in meno di 26 gigatonnellate.

Per la parte orientale del continente la perdita è di circa 57 gigatonnellate per anno, con tuttavia un margine di incertezza più elevato, più o meno 52 gigatonnellate. Finora la parte orientale era considerata dagli studiosi in equilibrio, quando non addirittura in leggero aumento. "L'Antartico potrà ben presto contribuire in maniera significativa all'innalzamento del livello dei mari", avvertono gli autori dello studio.

Secondo un altro studio, pubblicato la settimana scorsa su 'Nature', le temperature in Antartide avevano superato di 6 gradi i livelli attuali durante l'ultimo periodo interglaciale, 128 mila anni fa, ossia 3 gradi di più di quanto stimato in precedenti studi. La fusione parziale delle calotte polari aveva allora portato a un innalzamento del livello dei mari, superiore dai 4 ai sei metri rispetto al livello attuale.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni