Percorso:ANSA.it > Politica > News

Lega, Salvini contro euro: 'Crimine contro l'umanità'

Non ci fermiamo fino all'indipendenza. Con noi si risparmia, non abbiamo nulla di cui vergognarci

15 dicembre, 15:15
Il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini
Il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini
Lega, Salvini contro euro: 'Crimine contro l'umanità'

TORINO - Si tiene al  Lingotto di Torino il congresso federale straordinario della Lega Nord. Gli oltre 500 delegati, provenienti da tutta Italia, hanno confermato Matteo Salvini alla segreteria del Carroccio. Alle primarie della scorsa settimana, Salvini ha ottenuto l'82% dei voti, contro il 18% di Umberto Bossi. Presenti numerose delegazioni europee.

"C'è un linciaggio vergognoso e schifoso verso la Lega Nord dei giornalisti italiani e romani" - sostiene Salvini "Senza fare liste di proscrizione - aggiunge - dal prossimo congresso chi dimostra obiettività morale entra, gli altri possono uscire a calci in culo. L'euro - dice - è un crimine contro l'umanità. Prima salta l'euro, prima posso riprendere la battaglia per l'indipendenza. Chi arresta un nostro sindaco senza motivo deve cominciare ad avere paura - prosegue -  chi attacca senza motivo la nostra gente deve vergognarsi. Non è una minaccia ma un impegno. Non ci fermiamo fino all'indipendenza. La Padania è pronta a disubbidire - ha aggiunto Salvini - abbiamo migliaia di sezioni pronte ad essere centri di lotta e di controinformazione. Siamo pronti a rischiare ma non come certa gentaglia con il volto coperto. Siamo pronti a disubbidire. Chi attacca la Lega, chi attacca il Nord - sottolinea - deve cominciare ad avere paura. Ci rompono i coglioni sulle mutande, ci rompe uno Stato ladro che senza la Lega sarebbe già fallito - dice Salvini parlando dell'inchiesta della procura di Torino sui cosiddetti 'rimborsi facili'. "Ma ingoiatevele, le mutande - sottolinea riferendosi a una delle spese contestate al governatore del Piemonte, Roberto Cota - se avete tempo da perdere. Il ladro è lo Stato, con la Lega si risparmia". "Lasciateci lavorare. Roberto - conclude rivolgendosi direttamente a Cota - non c'è nulla di cui chiedere scusa, con la Lega si risparmia. La Lega - conclude - tornerà a Pontida, perché è bello e perché è casa nostra.

''Abbiamo un nemico in comune, l'euro - ha detto il presidente federale della Lega nord, Umberto Bossi - ma questo non vuol dire avere un destino comune: la nostra realtà è diversa da tutti gli altri popoli europei. Gli altri popoli uscendo dall'euro recuperano la sovranità nazionale, noi non la vogliamo. Noi siamo per la sovranità padana e basta''.

In precedenza, Roberto Maroni ha annunciato di aver firmato le dimissioni da segretario federale: "Non sono una rinuncia, ma un atto d'amore. Bisogna capire quando è il momento di fare certe cose e trovare le persone giuste''.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni