Percorso:ANSA.it > Politica > News

Hahn, Italia usi i fondi Ue per poche priorità

No a finanziamento eventi come concerto E. John e Coppa America

14 agosto, 00:03
Il commissario europeo per gli Affari regionali Johannes Hahn
Il commissario europeo per gli Affari regionali Johannes Hahn
Hahn, Italia usi i fondi Ue per poche priorità

di Patrizia Antonini

Stop ''alla distribuzione a pioggia dei fondi strutturali Ue''. Servono ''una forte concentrazione delle risorse disponibili su poche priorità'', una ''chiara strategia, trasparenza, e obiettivi misurabili che puntino alla crescita''. Tutti concetti chiave che Roma e le Regioni devono tenere ben presenti nel programmare la spesa dei 29,6 miliardi a loro destinati per il 2014-2020. Sono infatti questi i criteri previsti dalla riforma in dirittura d'arrivo, che Bruxelles si aspetta di vedere rispettati nella bozza di partnership attesa entro il 30 settembre. A parlarne in un'intervista all'ANSA è il commissario alle Politiche regionali, l'austriaco Johannes Hahn, guida politica della direzione generale che gestisce i fondi di coesione, per un totale di 325,1 miliardi, due terzi dell'intero budget Ue. ''Non si può continuare a cercare di compiacere tutti'', afferma Hahn. In passato un sistema di distribuzione troppo capillare ''ha ridotto l'impatto degli investimenti sull'economia, rendendo più difficile la loro gestione. Un problema italiano, ma non solo''. Per questo la Commissione chiede al Belpaese di imparare dai propri errori.

 Infatti, nonostante la forte accelerata impressa dall'ex ministro Fabrizio Barca, ed il lavoro di rimodulazione che sta coordinando l'attuale capo del dicastero della Coesione Carlo Trigilia, sui 16,7 miliardi di fondi strutturali Ue ancora da assorbire per l'esercizio 2007-2013, almeno 5 sono a rischio. E se la media Ue di spesa è del 51,82%, quella dell'Italia è del 40,04%. Peggio fanno solo Repubblica Ceca, Bulgaria e Romania. Ma se in precedenza la Commissione poteva esercitare il suo controllo solo sotto il profilo amministrativo-procedurale, con la nuova riforma delle politiche di coesione (che approderà all'Europarlamento ad ottobre per il via libera finale), si volta pagina ed il potere di Bruxelles si estende ai contenuti. ''Ci sono progetti che non vogliamo più vedere e altri che vorremmo vedere di più - sottolinea Hahn - Tra le nostre priorità ci sono innovazione e ricerca, e di questo ci sono già buoni esempi in giro, come le Tecnopoli in Emilia Romagna, i piani di sviluppo urbano integrato in Toscana, o quelli per le energie rinnovabili in Puglia''. I fondi però non potranno più essere spesi ''per eventi come il concerto di Elton John o la Coppa America a Napoli, o la realizzazione di opere come l'A3 Salerno-Reggio Calabria''.

L'Ue insomma interviene, per la prima volta, circoscrivendo precisi ambiti di spesa. Oltre che in ricerca e innovazione, il grosso degli investimenti dovrà essere concentrato nell'agenda digitale, sostegno alle Pmi e nell'economia a basso tenore di emissioni. Le regioni saranno tenute a provvedere (al 50% le meno sviluppate, al 60% quelle in transizione e all'80% le più sviluppate). ''Non finanzieremo più strade secondarie - osserva il commissario -. Laddove supporteremo infrastrutture (soprattutto al Sud) sarà per un trasporto sostenibile, come ferrovie e marittimo, o quello pulito nelle città''. ''Ciò che deve essere ''molto chiaro - aggiunge - è che niente dovrà essere investito in qualcosa che non sia parte di una strategia più ampia. Dobbiamo sapere quello che facciamo con questi fondi e perché. Dobbiamo produrre veri risultati ed informarne la gente. E quando le cose non funzionano, dobbiamo sapere come affrontare i problemi''. Tuttavia Hahn assicura: ''non saremo inflessibili rispetto alle priorità di finanziamento, credo infatti che in Italia il supporto al turismo sostenibile e di qualità e al patrimonio culturale, abbiano un senso, soprattutto nel Meridione. Ma - precisa - dovranno essere progetti innovativi, sostenere le imprese, e attenti a risorse locali e ambiente''. E conclude: ''In Europa dobbiamo migliorare la nostra capacità di cogliere le buone idee e trasformarle in opportunità di business''

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni