Percorso:ANSA.it > Politica > News

Regionali: in Val d'Aosta vincono autonomisti, fuori Pdl

Centrosinistra al 40%. Debutto in consiglio regionale del M5S

27 maggio, 18:49
Regionali: in Val d'Aosta vincono autonomisti, fuori Pdl

AOSTA - Conferma della maggioranza autonomista in Valle d'Aosta, con l'Union valdotaine e la Stella Alpina che vincono di misura al primo turno le elezioni regionali ottenendo 18 consiglieri regionali su 35, con quasi il 48%. Il centro sinistra composto da Pd, Alpe e Union Valdotaine progressiste (questi ultimi due nati da una diaspora dell'Union Valdotaine) riporta un incoraggiante 40,5% e il Movimento 5 stelle (6,62%) entra nell'assemblea regionale con due rappresentanti. I grandi esclusi sono i due ex alleati dei vincitori: il Pdl non supera lo sbarramento e tracolla al 4,11%, perdendo 6 punti percentuali rispetto alle precedenti regionali, e la Federation autonomiste ferma al 2,18%. Successo personale del presidente della Regione, Augusto Rollandin, che ottiene il primato di diecimila preferenze e si avvia verso una riconferma da parte del Consiglio regionale (in Valle d'Aosta non è prevista l'elezione diretta del Governatore).

"Sono soddisfatto dell'esito del voto, tenendo conto che abbiamo dovuto affrontare una campagna elettorale difficilissima. Abbiamo dovuto fare un lavorone per spiegare ai cittadini le nostre intenzioni. Il risultato c'é ", ha commentato Rollandin. Fino allo scrutinio dell'ultima sezione l'esito elettorale è stato incerto, a causa del complesso meccanismo di attribuzione dei seggi che avrebbe potuto rinviare la sfida a un secondo turno, sfumato per soli 229 voti. Agli autonomisti viene così consegnata una risicata maggioranza (18 consiglieri contro i 17 dell'opposizione) che apre un complesso scenario politico. E intanto il M5s dà fuoco alle polveri: "Faremo l'opposizione, che negli ultimi 30 anni non è esistita in questa regione - spiega il portavoce valdostano e neo consigliere, Stefano Ferrero - Abbiamo le cartelle piene di compiti da fare, suggeriti dai cittadini, e cercheremo di portarli a termine". Agguerrita anche l'alleanza di centro sinistra: "Lavoreremo per una politica trasparente, per tornare ad avere una casa di cristallo che possa governare la comunità valdostana", spiega Alessia Favre, presidente dell'Union valdotaine progressiste, seconda forza eletta.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni