Percorso:ANSA.it > Politica > News

'Divo' Giulio icona al cinema da Sordi a Sorrentino

Suoi decreto riapertura Cinecitta' e legge tutela produzione

07 maggio, 10:35
La locandina del film 'Il divo' di Paolo Sorrentino'
La locandina del film 'Il divo' di Paolo Sorrentino'
'Divo' Giulio icona al cinema da Sordi a Sorrentino

di Giorgio Gosetti

Al giorno d'oggi sembra perfino strano pensare che un politico di vaglia, un 'cavallo di razza' come si diceva un tempo, potesse attribuire alla cultura in genere e al cinema in particolare un ruolo cruciale nella gestione della cosa pubblica. Eppure Giulio Andreotti fu un antesignano in questo: innovatore rispetto al suo partito e alla cultura cattolica da cui proveniva, abilissimo allievo di una tradizione americana dell'immagine pubblica di cui aveva colto, fin da giovanissimo, le enormi potenzialita'. Al suo primo incarico di governo (sottosegretario del premier De Gasperi) si vede attribuire giovanissimo, la delega per lo spettacolo che terra' ben salda fino alla meta' degli anni '50. Risalgono a quegli anni le polemiche e le accuse del neorealismo italiano per una politica tesa a usare il cinema per illustrare, con finalita' di propaganda, un paese in rinascita con forte matrice edificante e cattolica. E se divenne celebre la frase, sulla cui veridicita' storica molto si e' poi chiarito, in merito al ''lavare in famiglia i panni sporchi'', e' pur vero che perfino l'elite intellettuale comunista gli ha sempre riconosciuto grande impegno a favore dell'industria del cinema. Porta la sua firma il decreto di riapertura di Cinecitta', la legge a tutela della produzione industriale, l'impegno per la protezione dell'identita' nazionale.

Fu per questo piu' popolare tra i produttori che tra gli artisti, ma nel tempo seppe costruire solidi rapporti di rispetto se non di stima o amicizia e con alcuni uomini dello spettacolo, Alberto Sordi in primis, sviluppo' anche una reale amicizia. Il suo gusto per l'understatement, per la battuta sdrammatizzante, per la popolarita' non urlata lo hanno portato a diventare nel tempo un'icona, anche sullo schermo. Da 'Gli onorevoli' del '63 con Toto' a 'Il tassinaro' di Alberto Sordi dell'83, fino alla pubblicita' per una nota carta di credito, il 'Divo Giulio' ha sempre giocato volentieri con la sua immagine. Ne' si e' sottratto alle telecamere di Tatti Sanguineti che per anni ne ha raccolto i ricordi e le confessioni in un video-ritratto pieno di luci e ombre accreditate dallo stesso protagonista. Non amo' di certo che si alludesse esplicitamente a lui in film che adombravano le sue collusioni con il ''lato oscuro'' della politica italiana da 'Il Padrino III' di Francis Ford Coppola (1990) a 'I banchieri di Dio' di Giuseppe Ferrara sul caso Calvi (2002). E piu' di tutto non gradi' la visione grottesca del suo mondo tratteggiata da Paolo Sorrentino nel 'Il Divo' (premiato a Cannes nel 2008). Le prime reazioni a caldo furono durissime, ma poi prevalse la lungimiranza politica e Giulio Andreotti stempero' le polemiche, fedele al motto gesuita e manzoniano di 'troncare, sopire'.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni