Percorso:ANSA.it > Politica > News

SCHEDA: Saggi, allarme povertà, meno tasse, lavoro

13 aprile, 09:56

di Chiara Scalise

Non un programma di governo, non un manifesto politico ma 'solo' "un'agenda possibile": nel giorno in cui i due gruppi di saggi chiudono i lavori, quelli che si sono occupati delle tematiche economico-sociale-ambientali ci tengono a definire il perimetro del loro impegno. Molteplici comunque le direttrici lungo le quali si muovono le loro indicazioni, che ruotano intorno a un dato: la percentuale delle persone a rischio di povertà in Italia è salita "di ben 4 punti in un solo anno", arrivando al 28,3% nel 2011.

Ecco di seguito i capitoli chiave del dossier.

RISCHIO LAVORO - La mancanza di lavoro è la priorità numero uno. Per combattere la conseguente crescita di povertà, la via maestra è lo "sviluppo economico equo e sostenibile". Dunque qualunque risorsa extra deve "alleggerire le tasse sul lavoro.

AMMORTIZZATORI SOCIALI - E' forse l'indicazione più forte, visto che manifesteranno su questo la prossima settimana. Occorre, dicono i saggi, rifinanziare con 1 mld di euro entro giugno la Cig in deroga. FISCO - La redistribuzione del carico fiscale è una questione politica, dicono i saggi che quindi scelgono di non occuparsene con l'eccezione del mondo del lavoro. Nell'agenda comunque c'é l'invito a rendere il fisco più amico e a procedere sulla strada di alcune riforme rimaste a metà, da quella federalista a quella del catasto. IMPRESE - Estinguere il prima possibile tutti i debiti della P.a. nei confronti delle imprese. Ma non solo. Per i saggi si dovrebbe anche aumentare di 2 miliardi la dotazione del Fondo di garanzia per le pmi.

CONCORRENZA - Favorire la concorrenza, dal settore del gas a quello dei farmaci, anche attraverso la valorizzazione della legge annuale ad hoc, senza dimenticare le polizze assicurative. Tra le altre proposte quella di accelerare la costituzione dell'Autorità di regolazione del settore dei trasporti.

SCUOLA - Lotta all'abbandono scolastico, anche attraverso il rafforzamento del tempo pieno ormai quasi scomparso.

DONNE - Sì al telelavoro per le donne per facilitare la conciliazione dei tempi lavoro-famiglia. Vantaggi ne deriverebbero "anche per le imprese in termini di riduzione dei costi fissi e dei casi di assenteismo".

DISMISSIONI - I saggi mettono in guardia dal rischio di procedere con le dismissioni date le attuali condizioni di mercato. Vendite e dismissioni si dovrebbero "riprendere appena si determineranno condizioni più favorevoli".

REDDITO MINIMO: Il reddito minimo di inserimento è una misura "onerosa e quindi difficilmente realizzabile nelle attuali condizioni di bilancio a meno di una decisa redistribuzione delle risorse disponibili".Serve, per questo, un ridisegno delle politiche sociali.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni