Percorso:ANSA.it > Politica > News

20 settembre - Polverini: tradita da sistema che c'era da anni

'Dimissioni? Vedremo. Non sapevo di fondi. Debole? Lo e' anche Monti...'

27 settembre, 20:23
Battistoni, Polverini e Fiorito (combo)
Battistoni, Polverini e Fiorito (combo)
20 settembre - Polverini: tradita da sistema che c'era da anni

"Mi sono sentita tradita da un sistema all'interno del Consiglio che viene da molte legislature che pensava di farla franca anche in un momento difficile come quello che stiamo vivendo. Quello che accade oggi non inizia oggi. Questo sistema si è costruito negli anni. Bisognava capire prima che non era più il momento". Alla vigilia del Consiglio regionale sui tagli ai costi della 'Casta' che marcherà il suo futuro politico, il 20 settembre la presidente della Regione Lazio Renata Polverini affida in una lunga intervista alla trasmissione Piazzapulita di La7 le sue riflessioni sullo scandalo dei fondi 'allegri' della Regione Lazio da lei amministrata.

Dimissioni? "Domani vedremo il Consiglio. Domani é l'ultimo atto". E dopo la politica non ci sarà l'Udc, come si dice, ma "il sindacato, dietro le quinte". Protagonista della vicenda che ha scosso il Lazio l'ex capogruppo Franco Fiorito, indagato per peculato, che avrebbe affermato (salvo poi ritrattare) che "Polverini non poteva non sapere". La governatrice ha negato tutto. Giunta e consiglio, ha spiegato, sono enti indipendenti: "Noi assegniamo al Consiglio i fondi in capitolo unico, loro decidono come ripartirli. Non sapevo dei 300 mila euro di Fiorito perché non avevo titolo a saperlo". Fiorito, che lei conobbe in campagna elettorale. Una campagna, per Fiorito, ricchissima di mezzi: "Era una persona politicamente impegnata da tempo - ha aggiunto - ha sempre detto a me e a tante persone che veniva da una famiglia benestante. Non mi sono fatta altre domande. Ma non avevo capito chi fosse Fiorito". Ma qualcuno le ha impedito di fare i tagli prima? "Certo - ha risposto - c'era l'equilibrio tra poteri del consiglio e poteri della giunta. Quando si va in Consiglio bisogna mediare, tra azione di governo e azione legislativa. Poi a un certo punto - ha detto ancora - è successo quello che è successo e la mediazione politica è andata a farsi friggere. O stanno con me, o contro". Polverini difende il suo operato come presidente; ricorda "l'aver sfidato il monopolio dei rifiuti", puntualizza che le persone che lavorano attorno a lei, già al centro di polemiche per i loro contratti, "hanno incarichi fiduciari, tutte persone che verranno via con me quando me ne andrò, che non resteranno in eterno alla Regione. A me nessuno dei leader politici mi ha mai detto 'Renata dimettiti'. A me non mi hanno mai trovato con le mani nel sacco e mai mi ci troveranno. Io ho cessato la possibilità di intrallazzare con una mia delibera". Ma non sarà un presidente debole, di qui in avanti? "Capita anche a Monti, che è un premier tecnico: deve avere a che fare con la politica. E a me a livello psicofisico non mi ammazza nessuno".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni