Percorso:ANSA.it > Politica > News

Lusi: procura, no indagini su Bianco e Rutelli

L'ex tesoriere della Margherita e' invece indagato per calunnia

15 luglio, 19:24
Rutelli e sullo sfondo una foto di Lusi
Rutelli e sullo sfondo una foto di Lusi
Lusi: procura, no indagini su Bianco e Rutelli

di Marco Maffettone

Da accusatore ad accusato, di calunnia. La parabola dell'ex tesoriere della Margherita, Luigi Lusi, arrestato il 22 giugno scorso per gli oltre 25 milioni di euro spariti dalle casse del partito, vive di un nuovo capitolo. La procura di Roma ha deciso che non procederà in alcun modo nei confronti di Francesco Rutelli ed Enzo Bianco, di fatto smontando le accuse che il senatore Lusi aveva lanciato dopo il via libera all'arresto sancito da palazzo Madama e indagandolo per calunnia, così come sollecitato in un esposto dallo stesso Rutelli.

In quell'interrogatorio davanti al gip Lusi aveva detto: "Gli interventi erano di natura fiduciaria. Il fiduciante era il presidente Rutelli, colui il quale mi ha detto di fare queste operazioni". Ma aveva altresì sottolineato che Rutelli non gli aveva mai detto di prendere i 22 milioni "né me lo aveva scritto - disse al gip - nemmeno lo aveva scritto questo e nemmeno c'é una traccia scritta di qualcosa". Ora la Procura contesta a Lusi le affermazioni che riguardano la chiamata in correità di Rutelli nel rapporto fiduciario per la gestione dei fondi del partito.

Infatti, nell'interrogatorio di garanzia, tra le altre cose aveva indicato Rutelli come quello tra i dirigenti Dl "richiedeva più contati". E ciò succedeva - sempre secondo quanto detto dal senatore - "per le festività di Natale o di estate" e veniva giustificato come "gratifiche al personale". E oggi l'ex leader della Margherita ha potuto tirare un sospiro di sollievo. "Sono stati mesi di sofferenza. Ma in Italia chi è vittima di reati può e deve avere fiducia nella giustizia. Il cerchio sarà chiuso - ha detto Rutelli - solo con il ripristino dei danni che ho e abbiamo subito, e il recupero di tutti i soldi rubati alla Margherita, che andranno allo Stato, cioé ai cittadini italiani". I pm capitolini, il procuratore aggiunto Alberto Caperna e il sostituto Stefano Pesci, al termine di una stringata attività istruttoria hanno verificato che quanto sostenuto da Lusi, soprattutto nel corso dell'interrogatorio di garanzia del 23 giugno scorso a Rebibbia non ha alcun fondamento.

L'ex tesoriere, che è accusato di associazione a delinquere finalizzata all'appropriazione indebita, aveva tirato in ballo in primo luogo il segretario dell'Api. Nel confronto-fiume con i magistrati, Lusi aveva descritto una sorta di "sistema Rutelli" dietro i vari investimenti immobiliari compiuti dal 2007 in poi. "C'era un preciso patto fiduciario", aveva sostenuto l'ex tesoriere consegnando agli inquirenti anche una serie di documenti. Tra questi, un appunto autografo dell'ex presidente Dl destinato a Lusi, che risale al 2009 ovvero a quando il partito era ormai sciolto. In questo appunto, poche righe scritte a mano, Rutelli descriverebbe un meccanismo di distribuzione dei fondi tra le varie correnti. Più dettagliate invece le due mail indirizzate a Lusi nelle quali in dieci pagine il patto 60%-40% verrebbe meglio esplicitato. Da subito i pm hanno mostrato scetticismo sulle accuse lanciate ma nonostante ciò nei giorni scorsi sono stati ascoltati alcuni esponenti dei Dl tra cui Enrico Letta, Dario Franceschini e Beppe Fioroni.

Oggi, al termine di una riunione nell'ufficio del procuratore capo, Giuseppe Pignatone, la decisione di non inscrivere nel registro degli indagati Rutelli e Bianco ma di procedere, di contro, all'iscrizione di Lusi per il reato di calunnia. Dal canto loro i difensori dell'ex tesoriere della Margherita sostengono che la decisione della Procura non "cambia la situazione. Aspettiamo di conoscere - spiegano gli avvocati Luca Petrucci e Renato Archidiacono - i risultati degli accertamenti fatti dalla procura a seguito dell'interrogatorio di garanzia. Attendiamo, comunque, che Lusi venga sottoposto ad un nuovo interrogatorio per chiarire la sua posizione". Un nuovo atto istruttorio che potrebbe avvenire nei prossimi giorni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni