Percorso:ANSA.it > Politica > News

L. elettorale: Senato avvia pratica ma trattativa è ferma

Schifani: 'Auspico intesa altrimenti valgono regole Parlamento'

12 luglio, 22:27

di Alessandra Chini

"Non c'é niente, nessuna novità". Il segretario del Pd Pier Luigi Bersani di ritorno da un colloquio con il capo dello Stato che ha toccato anche questo argomento, rende esplicito quello che tutti gli sherpa confermano: la trattativa sulla legge elettorale è in stallo.

Giorgio Napolitano insiste da tempo, e lo ha fatto nei vari colloqui con i leader in questi giorni, sulla necessità di cambiare il sistema di voto ma la situazione è praticamente cristallizzata. Al momento ciascuno resta fermo sulle proprie posizioni e non si intravedono, almeno per il momento, possibilità di sintesi nella maggioranza.

Tutto questo nonostante il Senato abbia avviato oggi la pratica in comitato ristretto riaggiornandosi, però, quasi subito a martedì. A questo punto è facile prevedere che non si assisterà a uno sblocco della situazione nei dieci giorni che la commissione Affari Costituzionali si è presa per tentare una sintesi."I dieci giorni - sottolinea il presidente Carlo Vizzini - sono uno stimolo a fare sul serio, a capire se si possa fare la riforma". Ma "in queste condizioni sono pochi per fare una legge elettorale", sottolinea un tecnico in materia del Pdl. "Se non c'é un via libera politico non si va da nessuna parte, sta tutto lì", dice un altro tecnico del centrosinistra. Dieci giorni sono un tempo troppo stretto anche per il leghista Roberto Calderoli che, si racconta, avrebbe sottolineato in commissione che non può essere il Colle a dettare i tempi di Palazzo Madama. Alla prossima riunione, fissata per martedì, ogni partito indicherà la propria posizione e poi ai relatori, Lucio Malan (Pdl) ed Enzo Bianco (Pd), spetterà provare a mettere nero su bianco una o più ipotesi di testo unico o un elenco di punti (preferenze o collegi, premio di maggioranza al partito o alla coalizione, quota dello sbarramento) sui quali votare. Il Pdl si dice pronto ad offrire un ventaglio di possibilità. "Discutiamo di varie ipotesi - spiega Fabrizio Cicchitto al termine di un summit a Palazzo Grazioli - il presidenzialismo col doppio turno alla francese o un sistema con le preferenze o il modello spagnolo e queste ipotesi le sottoporremo al confronto col Pd". L'opzione sulla quale il Pdl dovrebbe insistere è quella, però, delle preferenze e c'é chi ipotizza, per il premio di maggioranza, una mediazione da offrire al Pd con metà premio al primo partito e metà alla coalizione. Se non si troverà un accordo, come ha sottolineato anche oggi il presidente del Senato Renato Schifani, la parola passerà all'Aula con il rischio, però, di una votazione al buio dagli esiti imprevedibili. "Bisogna che i partiti si prendano la responsabilità" di fare le riforme, è il monito che viene dal presidente della Camera Gianfranco Fini che spiega che a suo avviso i ritocchi devono andare a garanzia della "governabilità e scelta dei rappresentanti da parte dei cittadini". Intanto la prossima settimana torneranno in Aula al Senato le riforme costituzionali con gli emendamenti del Pdl sul semipresidenzialismo da votare in Aula e con Berlusconi che ha chiesto ai suoi la massima compattezza

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni