Percorso:ANSA.it > Politica > News

I tagli e la lunga notte di Mario Monti

Tiene a bada ministri, poi conferenza notturna con 5 giornalisti

06 luglio, 21:06
Mario Monti
Mario Monti
I tagli e la lunga notte di Mario Monti

di Teodoro Fulgione

Una notte lunghissima tra trattative, accordi, un duro braccio di ferro e, finalmente, quel decreto sulla spending review che vede la luce solo dopo l'una. Quando Mario Monti scende in sala stampa a Palazzo Chigi per illustrare il provvedimento sono rimasti pochi giornalisti d'agenzia ed una sola telecamera. Anche i ministri sono decimati dalla maratona: se ne contano otto attorno al premier. La trattativa, durata sette ore, è stata "serrata, seppur nei canoni della correttezza" - spiega chi ha partecipato - ma alla fine Monti è riuscito ad ottenere il risultato sperato: dare concretezza agli annunci di quelle riforme strutturali che ha rivendicato con forza in Europa, ottenendo in cambio la fiducia dei suoi interlocutori. Mercati ed istituzioni guardano con attenzione all'operato dell'Italia; mentre gli speculatori attendono soltanto un passo falso. E lo spread resta l'indice principale di queste tensioni. Argomentazioni che il premier ha utilizzato per rendere i ministri partecipi dell'urgenza del provvedimento. Eppure, pur condividendo la logica di Monti, non sono mancate richieste di deroghe.

"Non possiamo", ha replicato il professore, spiegando che "spostare i tagli da un ministero a un altro scontenterebbe sempre qualcuno" e si darebbe il via ad un giro infinito. A quel punto - ha sottolineato - il nostro lavoro sarebbe inutile. Il ministro della Sanità, Renato Balduzzi - raccontano fonti governative - si è opposto alla cancellazione dei mini-ospedali, rifiutando "una logica di tagli lineari" che non tiene conto delle "singole peculiarità locali" e "non razionalizza le spese". E' iniziato un lungo braccio di ferro con Monti che ascolta ma pretende e spiega che i saldi devono restare invariati. Si giunge alla mediazione: no ai tagli ma si interviene sui tetti di spesa sanitaria. Monti - racconta chi era presente - è apparso determinato ad andare avanti ad oltranza, come a Bruxelles. L'atmosfera però - sottolinea - "era completamente diversa": non c'é stato bisogno del famoso 'pugno sul tavolo'.

"Si è partiti dalla consapevolezza di alcune inefficienze del Paese - viene spiegato e c'é stata la convergenza di tutti sull'obiettivo comune di dover intervenire per il bene dell'Italia". Il premier in sala stampa fa un unico riferimento all'Europa. Risponde a chi sottolinea come la riunione del cdm sulla Spending Review sia stata particolarmente lunga: "Abbiamo fatto tardi a Bruxelles - spiega - non vedo perché non si possa fare tardi anche a Roma". E' solo una battuta ma mira a tacciare qualsiasi ipotesi di contrasti al tavolo ovale di Palazzo Chigi. I tempi lunghi? Il provvedimento - spiegano fonti governative - "é stato analizzato articolo per articolo. Si è aperto un dibattito. Tempi lunghi ma è la prassi di ogni cdm". Si lascia intendere che non c'é stata alcuna contrapposizione interna. D'altronde, di tensioni potrebbero già essercene, e non poche, con i partiti. Il timore dell'esecutivo è assistere al tradizionale 'assalto alla diligenza' del provvedimento in Aula questa estate: meglio rimanere compatti e reggere all'urto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni