Percorso:ANSA.it > Politica > News

Camusso frena sull'art.18. 'No a ritorno all'arbitrio'

Marcegaglia: riforma ampia flessibilita' in uscita, un piccolo riordino e' un rischio per i mercati

17 marzo, 10:54
Susanna Camusso e Emma Marcegaglia
Susanna Camusso e Emma Marcegaglia
Camusso frena sull'art.18. 'No a ritorno all'arbitrio'

La resa dei conti sulla riforma del mercato del lavoro e sull'articolo 18 si avvicina, ma lo scontro tra le parti resta acceso. Banche e imprese, tutte (Abi, Alleanza delle cooperative, Ania, Confindustria, Rete Imprese Italia), si ricompattano in un fronte unitario e rimproverano al governo di non avere "ancora le giuste soluzioni", respingendo innanzitutto l'aggravio dei costi e dei vincoli sui contratti a termine. Cgil e Confindustria duellano sull'articolo 18.

Tutto questo a pochi giorni dal tavolo decisivo convocato dal governo con le parti sociali per martedì 20 a Palazzo Chigi. Appuntamento clou che domani mattina a Milano sarà preceduto da un incontro informale, a latere del convegno di Confindustria, dove si ritroveranno praticamente tutti i protagonisti della trattativa, dal premier Mario Monti al ministro del Lavoro, Elsa Fornero, ospite in sala, ai leader di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti. Oltre alla padrona di casa, il presidente degli industriali, Emma Marcegaglia. Un vis-a-vis che potrebbe aiutare a sciogliere i nodi ancora sul tappeto. Marcegaglia insiste su una profonda revisione dell'articolo 18, la norma dello Statuto dei lavoratori che disciplina il reintegro nei casi di licenziamento illegittimo, chiedendo che resti intatto solo per i licenziamenti discriminatori e prevedendo, invece, un indennizzo in tutti gli altri casi.

"Deve essere chiaro a tutti, e credo che per il presidente Monti lo sia, che se dovessimo presentarci ai mercati con una piccola riforma, soprattutto della flessibilità in uscita, la reazione sarebbe negativa", sostiene il presidente di Confindustria. Sull'articolo 18 "vedremo quali proposte saranno fatte: quelle sentite finora dal governo non ci convincono e non vanno bene", avverte il numero uno della Cgil, Susanna Camusso. La Cgil, che pure apre sull'articolo 18 senza che se ne modifichi la sostanza, dice di poter essere disponibile solo a discutere che nei casi di licenziamenti per motivi economici spetti al giudice decidere per il reintegro o l'indennizzo.

Oltre a chiedere di velocizzare le cause. Secondo l'ipotesi del governo, invece, per quelli senza giustificato motivo oggettivo (motivi economici, appunto) ci sarebbe solo l'indennizzo; mentre per i licenziamenti senza giusta causa e giustificato motivo soggettivo (disciplinari) sarebbe il giudice a decidere se reintegrare o indennizzare; l'obbligo di reintegro resterebbe solo per i licenziamenti discriminatori. Ma la partita non è ancora chiusa neppure su contratti e ammortizzatori, che prevedono interventi "onerosi", dicono Abi e imprese, "lasciando i lavoratori più esposti alle crisi". Se il governo non rivede la proposta sulla flessibilità in entrata, firmare un accordo "sarebbe di certo un problema", evidenzia Marcegaglia. "Sono sicuro che Fornero saprà trovare la composizione anche di questo ultimo miglio di difficoltà", assicura il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, già oggi a Milano per il convegno di Confindustria. Fornero afferma che l'accordo è "imprescindibile", per una riforma che va "fatta per il Paese e per il suo futuro" anche se "da sola non basterà" per rilanciare la crescita. La riforma, insiste Monti, è "un tema cruciale e una priorità per il Governo".

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni