Percorso:ANSA.it > Politica > News

Napolitano a Berlusconi: 'Indichi lui la soluzione'

Opposizioni fuori dall'Aula durante il discorso del premier, ma venerdì voteranno la sfiducia

12 ottobre, 21:48
Silvio Berlusconi e Giorgio Napolitano
Silvio Berlusconi e Giorgio Napolitano
Napolitano a Berlusconi: 'Indichi lui la soluzione'

di Yasmin Inangiray

ROMA - Silvio Berlusconi e' fermamente convinto di poter dare al capo dello Stato ''una risposta credibile'' per far capire che ''la maggioranza e' in grado di operare''. Che ci sono i numeri per andare avanti e governare. E' la risposta a Giorgio Napolitano che stamane aveva preso carta e penna e in due note, una la mattina e un'altra al termine dell'incontro con Gianfranco Fini, aveva chiesto al premier di garantire se gli attuali gruppi parlamentari che sostengono il governo siano in grado di ''adempiere'' ad impegni ''imprescindibili come l'insieme delle decisioni di bilancio''. Un chiaro riferimento, quello del Capo dello Stato, alla bocciatura dell'articolo 1 della legge sul Rendiconto generale dello Stato, provvedimento che oggi la Giunta per il Regolamento della Camera ha definitivamente stoppato . Un ''incidente'', a detta del Cavaliere, che domani, prima di chiedere la fiducia alla Camera, cerchera' di chiudere facendo approvare dal cdm un nuovo disegno di legge. Una forzatura, prima del passaggio parlamentare, che forse non sara' gradita al Capo dello Stato e che sicuramente Pd-Udc e Idv contesteranno duramente. Tra l'altro, Berlusconi parlera' a Montecitorio solo alla sua maggioranza vista la decisione delle opposizioni di presentarsi in Aula solo per votare. Al presidente del Consiglio pero' il Quirinale non chiede un semplice voto di fiducia, ma l'indicazione chiara ''della corretta soluzione che possa condurre il Parlamento all'approvazione del rendiconto e dell'assestamento'' di bilancio. In piu' Giorgio Napolitano non fa mistero della sua ''preoccupazione'' per ''l'innegabile manifestarsi di acute tensioni in seno al governo e alla coalizione, con le conseguenti incertezze nell'adozione di decisioni''. Chiuso a palazzo Grazioli, Berlusconi ha trascorso l'intera giornata in riunioni ed incontri. Oltre allo stato maggiore del Pdl, il leader della Lega Nord Umberto Bossi, diversi ministri tra cui Giulio Tremonti. Con il ministro dell'Economi il capo del governo avrebbe discusso del decreto sviluppo (il premier ne parlera' domani nel suo intervento). A colloquio, per oltre due ore, con il capo del governo, c'e' stato anche Claudio Scajola. L'ex ministro dello Sviluppo Economico, punto di riferimento dei frondisti della maggioranza, avrebbe ribadito al Cavaliere l'intenzione di votare la fiducia chiedendo pero' allo stesso tempo un gesto di discontunuita'. Attesa dunque per quello che il Cavaliere dira' in Aula domani, anche se il discorso sara' ascoltato solo dalla maggioranza vista la decisione delle opposizioni di disertare l'emiciclo della Camera fino al momento del voto. Un gesto per denunciare la gravita' della linea scelta dal capo del governo dopo la bocciatura di di ieri: ''Per noi l'unica soluzione sono le dimissioni di Berlusconi'', incalza Pier Luigi Bersani a cui fa eco Pier Ferdinando Casini che invita il Cavaliere a fare un passo indietro: '''Quando a Goria e ad Andreotti capito' la stessa fattispecie andarono al Quirinale a presentare le dimissioni. Ma Berlusconi - attacca - non guarda in faccia la realta' e fa sprofondare il paese nel discredito''. Una presa di posizione stigmatizzata dal Pdl, ma che la Lega con Umberto Bossi decide di snobbare : ''L'importante e' che non vengono nemmeno a votare, cosi' abbiamo risolto il problema'', dice il Senatur. Diverso e' invece il tono usato dalla maggioranza contro il presidente della Camera Gianfranco Fini che oggi e' salito al Quirinale, su richiesta delle opposizioni, per informare il capo dello Stato sulle ragioni secondo cui non sarebbe possibile procedere alle comunicazioni del presidente del Consiglio dopo la bocciatura dell'articolo 1 del rendiconto 2010. Accusato di aver ''smarrito la correttezza istituzionale'', viene attaccato pesantemente dal Pdl e invitato dalla Lega a dimettersi.

 

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni