Percorso:ANSA.it > Politica > News

Otto per mille alla scuola pubblica, governo battuto alla Camera

Al ministero dell'Economia il seminario sul patrimonio pubblico. ''Il premier si scusa ma e' assediato da impegni vari"

30 settembre, 11:38
Gianni Letta
Gianni Letta
Otto per mille alla scuola pubblica, governo battuto alla Camera

ROMA - Il Governo è stato battuto per 23 voti nell'aula della Camera su un ordine del giorno del Pd, che impegna il Governo a indicare la scuola pubblica come destinataria di una quota dell'8 per mille devoluto allo Stato. Il testo, su cui c'era parere contrario del governo, è passato con 247 sì e 223 no. La notizia ha registrato subito il plauso del sindacato scuola della Cgil e degli atei, mentre ha innescato una polemica tra esponenti del Governo e Lega da una parte e Udc dall'altra. L'ordine del giorno approvato impegna l'esecutivo a "modificare la legge" sull'8 per mille (222/85) "al fine di consentire ai cittadini di indicare esplicitamente la 'scuola pubblica' come destinataria di una quota fiscale dell'otto per mille da utilizzare d'intesa con enti locali per la sicurezza e l'adeguamento funzionale degli edifici e a pubblicare ogni anno un rapporto dettagliato circa l'erogazione delle risorse e lo stato degli interventi realizzati". Ed è proprio sulla definizione di "scuola pubblica" che si è innescata la polemica politica. Poco prima del voto, il governo si era più volte rimesso all'Aula per evitare di andare sotto. "Il governo non ha i numeri per sostenere le sue politiche o per contrastare le proposte dell'opposizione - ha subito dichiarato Antonino Russo, il deputato del Pd autore dell'ordine del giorno - la nostra proposta prevede non un aggravio di spesa ma la possibilità per i contribuenti italiani di poter indicare nell'8 per mille, attribuibile allo Stato, anche l'opzione della scuola pubblica e in particolare l'edilizia scolastica.

Ora ci auguriamo che il governo sia consequenziale e rispetti la volontà del Parlamento". "E' un primo, importante risultato" ha commentato a caldo Mimmo Pantaleo, segretario generale della Flc Cgil, spiegando che si tratta di "un primo importante passo perché ribalta le politiche dei tagli finora seguite da questo governo e riapre la strada, invece, alla necessità di investire nel settore della scuola". Esultano gli atei, che esprimono "apprezzamento per l'intento di introdurre una scelta più laica di quelle attualmente disponibili: atei e agnostici, al momento della dichiarazioni di redditi, possono soltanto scegliere tra alcune confessioni religiose e lo Stato, il quale poi storna gran parte dei fondi a sua disposizione a favore della Chiesa cattolica". Secondo il segretario dell'Uaar Raffaele Carcano, "questo rischio c'é anche scegliendo a favore della scuola pubblica, perché si tende, incongruamente, a considerare sotto tale definizione anche le scuole paritarie cattoliche".

La sconfitta dell'esecutivo è stata così spiegata dal sottosegretario Carlo Giovanardi: "il Governo non poteva accettare un ordine del giorno con il quale si chiede di inserire la ristrutturazione delle sole 'scuole pubbliche' utilizzando i fondi dell'8 per mille". Secondo Giovanardi, infatti, nell'attuale sistema di istruzione per scuole pubbliche si intendono solo quelle statali, oppure quelle regionali, provinciali e comunali, mentre "le scuole non statali private sono quelle gestite da privati laici o religiosi, comprese quelle paritarie". Insomma, le paritarie sarebbero esclude dal beneficio. Non è vero, replica il Pd, le scuole paritarie sono comprese. e la pensa così anche Rocco Buttiglione, dell'Udc (che ha votato a favore dell'odg): "a partire dalla riforma Berlinguer tutta la scuola è pubblica perché integrata nel sistema scolastico nazionale, sia quella di Stato sia quella paritaria". Ma la Lega punta il dito contro i centristi: "Oggi, per trenta denari, l'Udc ha venduto la scuola cattolica e paritaria con un provvedimento contrario ai principi di uguaglianza e sussidiarietà" hanno commentato i deputati Massimo Polledri, Paola Goisis e Gianluca Pini.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni