Percorso:ANSA.it > Politica > News

Federalismo: Governo vara decreto, Premier: 'problemi con il Colle? spero di no'

Bersani: 'Colpo di mano inaudito'. Bossi: 'Manteniamo le promesse'. Berlusconi: 'Patto con Lega è saldo'. Ora decide il Colle

04 febbraio, 11:35
Bossi, Tremonti e Calderoli
Bossi, Tremonti e Calderoli
Federalismo: Governo vara decreto, Premier: 'problemi con il Colle? spero di no'

Dopo la parità che in Bicameralina ha bloccato il provvedimento sul fisco municipale, il governo riunisce un Cdm straordinario e vara lo stesso il decreto. Capotosti: schiaffo a parlamento, Napolitano potrebbe non firmarlo. Bossi: Lega mantiene promesse. Opposizioni: governo espropria parlamento. "Penso e spero di no". Il provvedimento andrà al Quirinale. 'Con il Colle spero che non ci siano problemi', ha detto il premier Silvio Berlusconi, al suo arrivo al Consiglio europeo

MAGGIORANZA SALIRA' OLTRE 320 DEPUTATI - ''La maggioranza credo si situera' oltre i 320'' deputati a Montecitorio ''visto che ieri eravamo gia' a 316 senza il mio voto''. Cosi' il premier Silvio Berlusconi al suo arrivo al vertice europeo a Bruxelles, e' tornato sui numeri a sostegno del governo. Ieri, incassato il voto con cui la maggioranza ha respinto le richieste della Procura di Milano, e registrata - per la prima volta dall'abbandono dei finiani - la maggioranza assoluta alla Camera, Berlusconi si era mostrato fiducioso per il prosieguo della legislatura. Al termine di quello che in molti avevano definito il 'D-Day' del Governo (con la doppia prova del federalismo e del Rubygate) il premier aveva tirato le somme. E se sul fronte della riforma federalista deve registrare una mezza battuta d'arresto (raddrizzata in extremis con un consiglio dei ministri straordinario), il raggiungimento della quota dei 315 voti (che con il suo, non espresso, segnano una pur risicata autosufficienza), ha donato ossigeno al governo.
 
LA LOGGIA, DA GOVERNO ATTO LEGITTIMO - ''Il governo ha fatto un atto legittimo. Il 21 maggio scade il termine per fare tutti i decreti sul federalismo e solo allora si potra' dire se ci saranno piu' o meno tasse''. Lo sottolinea il presidente della commissione sul federalismo, Enrico La Loggia (Pdl), intervenendo ad Agora'. L'atto e' legittimo ''perche' - spiega La Loggia - la legge sul federalismo dice che il governo ha il dovere di mandare i decreti attuativi al Parlamento, che puo' dare tre pareri: quello della bicamerale e quello delle commissioni bilancio di Camera e Senato. Il Parlamento a sua volta ha tempo 60 giorni, prorogabili di altri venti. Qui le Camere ne hanno avuti in piu' altri otto. Nel caso in cui, nei termini previsti, il Parlamento non si esprima, il governo puo' procedere con l'approvazione del decreto. L'esecutivo e' obbligato a venire in Parlamento se il parere approvato si discosta dal testo del decreto. Ma qui il parere non c'e' stato e cosi' il governo ha preso l'ultimo testo sul quale in commissione bilancio al Senato ha avuto parere favorevole e ha usato quel testo''.

"Un inaudito schiaffo al Parlamento, una lesione senza precedenti delle prerogative delle commissioni parlamentari fissate per legge. Un vero atto di arroganza. Il governo Berlusconi-Bossi, dopo tanta propaganda, finisce per approvare con un colpo di mano il federalismo delle tasse". Così il segretario del Pd, Pierluigi Bersani, attacca l'approvazione in Consiglio dei Ministri del decreto sul federalismo municipale. Per la Lega invece "l'adozione da parte del Consiglio dei Ministri del decreto sul Federalismo municipale è un atto dovuto nel rispetto delle prerogative del Parlamento. Infatti la legge 42 dà il compito al governo di emanare il decreto visto che la V commissione Bilancio del Senato ha espresso un parere favorevole. Il pareggio che si è realizzato in Commissione Bicamerale ha determinato la non espressione del parere da parte della Commissione stessa".

OK DEFINITIVO CDM A DECRETO CON NOVITA' BICAMERALE. ORA COLLE DOVRA' EMANARLO, POI IN GAZZETTA UFFICIALE - Via libera definitivo del Consiglio dei ministri al decreto del federalismo fiscale sul fisco comunale. Il testo approvato è quello contenente le modifiche discusse in questi mesi dalla commissione bicamerale e che ha avuto l'ok dell'Anci nonostante il voto di ieri dell'organismo presieduto da La Loggia che ha respinto il parere sul testo, contenente quelle nuove misure, con un 15 a 15. La maggioranza sottolinea, infatti, come il no implichi una non espressione del parere da parte della commissione, mentre il Parlamento si è pronunciato comunque su un testo contenente le nuove misure rispetto a quello emanato il 4 agosto con il parere favorevole espresso dalla commissione Bilancio del Senato questa mattina prima del voto della bicamerale e "in esito alle votazioni conclusesi nella seduta pomeridiana del 2 febbraio 2011". Il testo dovrà ora essere emanato dal Quirinale e poi potrà essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

 

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni