Percorso:ANSA.it > Politica > News

Bossi, fedele ma niente scherzi

Pdl, Lega si impegni per maggioranza. Fli, patto per legislatura

03 gennaio, 20:25

di Serenella Mattera

ROMA - "O passa il federalismo o si va a votare". E' ancora il mantra leghista a tenere banco nel primo lunedì del nuovo anno. Alla vigilia di una ripresa parlamentare decisiva per le sorti del governo, Umberto Bossi martella sempre sullo stesso tasto. Perché sul federalismo, spiega, il Carroccio si gioca la faccia: "La gente qui al Nord è un po' incazzata, anche con me. Non possiamo farci prendere in giro per troppo tempo". Ma è un'altra al momento la preoccupazione di Silvio Berlusconi: trovare i numeri necessari a puntellare la sua maggioranza alla Camera. Il premier non si smuove, insomma, dalla strada già tracciata. Mentre dal Pdl trapela l'irritazione verso un alleato che dovrebbe aiutare la maggioranza, piuttosto che minacciare le elezioni. E si lascia cadere nel silenzio la proposta proveniente da Fli di un "patto di legislatura".

Parla di notte, Umberto Bossi, come fa di solito quando è in vacanza. E da Ponte di Legno manda messaggi nel suo stile. Da un lato ribadisce fedeltà all'amico premier, che "é un po' bauscione, ma è una brava persona". Dall'altro lancia avvertimenti di fuoco: tra il 17 e il 23 gennaio in Parlamento sul federalismo il governo si gioca le urne. Le possibilità di elezioni a marzo sono "poche", dice il ministro. Ma guai se il federalismo incappasse nelle secche di una maggioranza troppo risicata alla Camera: "Non possiamo farci prendere in giro", avverte Bossi. Silvio Berlusconi, intanto, torna a Roma. Dovrebbe fermarsi solo per il tempo dei funerali di Matteo Miotto, il militare ucciso in Afghanistan, ma si trattiene per tutta la giornata. E continua tra telefonate e incontri a tessere la tela che dovrebbe condurre alla maggioranza la manciata di deputati necessaria al completamento della legislatura. Qualcuno tornerà al Pdl da Fli, scommette il coordinatore Ignazio La Russa, ma il ritorno non sarà "massiccio", perché prevale "il senso di riconoscenza verso Fini". Ad ogni modo, ammette lo stesso Bossi, i posti di governo lasciati liberi dai finiani possono ancora servire ad allettare qualcuno.

Le carte di Berlusconi, comunque, restano ancora coperte. Viene smentita anche l'indiscrezione comparsa sulla stampa, secondo cui il nuovo nome "di una sola parola" annunciato da Berlusconi per il Pdl sarebbe "Popolari". L'ipotesi, ammette qualcuno, era circolata anche in ambienti parlamentari, ma Maurizio Gasparri taglia corto: non è altro che "un'ipotesi dei giornali...". Con buona pace dell'ex segretario del Ppi Pierluigi Castagnetti, che aveva subito avvertito: "Il nome è nostro e nessuno può prenderlo". Intanto dal Pdl si lascia trapelare un certo nervosismo per una strategia, quella della Lega, che in un momento di difficoltà come questo non aiuta il governo. "A me sembra doveroso che anche loro si impegnino per rafforzare la maggioranza - dice Osvaldo Napoli - Starsene alla finestra non é una scelta nobile per un alleato". Sembra invece cadere nel vuoto la proposta di una "via d'uscita" che il capogruppo di Fli Italo Bocchino offre a Berlusconi: "Metta a punto un patto di legislatura con 3 o 4 riforme fondamentali". Unica risposta, quella di Gasparri: "Non può essere a dettar condizioni chi ha dimostrato incapacità strategica e irresponsabilità verso gli elettori". Piuttosto, indica Gasparri, da Fli c'é chi come Pasquale Viespoli sembra puntare il dito proprio contro Bocchino quando chiede al suo partito di "rinunciare alla linea anti-Silvio". Ma l'offerta della responsabilità resta sul tavolo, in attesa delle prossime mosse.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni