Percorso:ANSA.it > Politica > News

Giustizia: accuse premier, a Csm pratica tutela pm

Prima commissione da' via libera a istruttoria Fabio De Pasquale

18 ottobre, 20:10

di Paolo Barbieri

MILANO - Le affermazioni del presidente del consiglio Silvio Berlusconi contro la magistratura e, in particolare contro il pm milanese Fabio De Pasquale, che ha sostenuto l'accusa al processo Mills, hanno indotto la prima commissione del Csm a dare il via libera, a maggioranza, all'apertura di una pratica a tutela del magistrato. Berlusconi al comizio di chiusura della festa del Pdl al Castello Sforzesco di Milano lo aveva definito ''famigerato''.

''E' lo stesso - aveva affermato - che disse a Cagliari che il giorno dopo l'avrebbe messo in liberta' e poi e' andato in vacanza. Il giorno dopo Cagliari si e' tolto la vita''. La prima commissione del Csm, presieduta da Guido Calvi (laico del Pd) si riunira' domani e, con ogni probabilita', chiudera' la prossima settimana quando decidera' se predisporre o meno un documento a tutela del pm da inviare alla discussione del plenum. Al Castello Sforzesco Berlusconi aveva definito ''assurde'' le motivazioni portate da De Pasquale al processo Mills per spiegare la corruzione dell'avvocato inglese, e oggi la sezione della Anm della Cassazione nell'espreimeer 'sgomento'' per i tentativi di delegittimare la magistratura, ha replicato al premier, proprio su questo punto.

''Le stesse critiche, che di regola sarebbero legittima espressione di liberta' - ha sottolineato l'Anm in un documento - vengono peraltro formulate in termini generici e strumentalmente allusivi, quando non perfino distorti, senza neppure tener conto degli elementi oggettivi del giudizio. Cio' e' avvenuto in particolare a proposito della recente sentenza (caso Mills) pronunziata dalle sezioni unite di questa Corte, che non afferma affatto un principio del tenore corrispondente alla ironica esposizione pubblica del Presidente (nel senso che il reato di corruzione si consumerebbe quando il corrotto 'spende' il danaro ottenuto) ed anzi formula una soluzione giuridica, in materia di prescrizione, piu' favorevole all'imputato rispetto a precedenti arresti giurisprudenziali''.

Berlusconi, dopo avere accusato Fabio De Pasquale, aveva annunciato la volonta' di istituire una commissione d'inchiesta per far luce sulle indagini di alcuni pubblici ministeri. ''C'e' un potere dentro la magistratura - aveva affermato - che ci tiene sotto scopa. E' nostro diritto e dovere di chiedere una commissione con i poteri dei pm affinche' si indaghi su cosa e' accaduto in questi anni, anche a difesa dei giudici onesti''.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni