Percorso:ANSA.it > Politica > News

Cosentino, no da Camera ad uso intercettazioni

Voto a scrutinio segreto, il Fli ha votato sì. Bonaiuti: potenzialmente siamo oltre quota 320

22 settembre, 20:35
Cosentino
Cosentino
Cosentino, no da Camera ad uso intercettazioni

di Francesco Bongarrà

ROMA - La magistratura non potrà utilizzare le intercettazioni relative a Nicola Cosentino. Con 308 no, a fronte di 285 a favore usciti dallo scrutinio segreto, l'Aula della Camera ha bloccato la richiesta avanzata dai giudici di Napoli che indagano sul clan camorristico dei Casalesi di acquisire le trascrizioni delle conversazioni del deputato ed ex sottosegretario all'Economia del Pdl. Il Pdl esulta per il risultato che, secondo il portavoce di Silvio Berlusconi Paolo Bonaiuti, conferma come il governo abbia un' ampia maggioranza". Nel Pd il capogruppo alla Camera Dario Franceschini sostiene che all'opposizione siano mancati 15 voti, ma "non quelli del Pd"; ma Fli, che rivendica la propria compattezza sul voto, sostiene che nel Pd ci siano stati dei franchi tiratori, mentre Nicola Cosentino ribadisce che le accuse mosse contro di lui sono infondate e che ora vuole essere processato. L'ora 'X' scatta qualche minuto prima delle 11, quando il presidente della Camera Gianfranco Fini indice la votazione. Poco prima, il presidente aveva annunciato che la votazione sarebbe stata segreta, accogliendo la richiesta del Pdl.

"La votazione - spiega - incide sulla libertà e sulla segretezza della corrispondenza e di ogni altra forma di comunicazione, tutelate dall'articolo 15 della Costituzione". In Aula c'é il tutto esaurito, soprattutto ai banchi del governo dove siedono anche Bossi e Tremonti e non c'é posto per alcuni sottosegretari, costretti ad accomodarsi per votare nei banchi da deputato 'semplice'. Il relatore di maggioranza è Nino Lo Presti di Fli, la formazione che poco dopo annuncerà, con Benedetto Della Vedova, sì all'autorizzazione perché "non c'é nessun motivo per votare contro". "Questo voto - puntualizza Della Vedova - non è e non può essere ricondotto a un vincolo di maggioranza: non votiamo e non voteremo contro il governo Berlusconi che auspichiamo vada avanti fino alla fine della legislatura. In Aula cala il silenzio, mentre Maurizio Paniz (Pdl) puntualizza che il voto "non è politico ma tecnico-giuridico, che presidia la difesa della rappresentanza del Popolo e del Parlamento".

Alla fine si vota: sul tabellone di voto le lucette diventano tutte azzurre, senza distinzione tra i sì ed i no; e la votazione resta aperta per qualche secondo in più: il pulsante di Domenico Desiano, appena proclamato deputato in quota Pdl, non funziona per cui deve spostarsi. Quando Fini proclama il risultato da Pdl, Lega e parte del gruppo misto si applaude: gli altri restano fermi. E Nicola Cosentino lancia un "appello" ai suoi accusatori: "si faccia il processo".

GRANATA (FLI), NOSTRO SI'PER RATIO POLITICA E MERITO - "Il nostro sì è dovuto a una ratio politica ed a una valutazione nel merito. E' giusto utilizzare le intercettazioni che vedono coinvolto anche Cosentino nel suo stesso interesse e perché poi di fronte alla legge siamo tutti uguali". Così Fabio Granata, deputato di Fli e vicepresidente della commissione Antimafia, conversando con i cronisti a Montecitorio, commenta il sì che il gruppo dei finiani dà all'uso delle intercettazioni dell'ex sottosegretario Nicola Cosentino. "Siamo tutti uniti - aggiunge - si vede che nei giorni scorsi non parlavo a titolo personale". "Aumentato il solco con il Pdl? La differenza sui temi della giustizia c'é ed è uno dei motivi per il quale abbiamo creato un gruppo autonomo - spiega Granata - più che altro si conferma".

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni