Percorso:ANSA.it > Politica > News

Lo schiaffo dell'astensione: uno su tre non ha votato

Mai nella storia della Repubblica si è avuto un così scarso afflusso alle urne

30 marzo, 11:10
Mai nella storia della Repubblica si è avuto un così scarso afflusso alle urne
Mai nella storia della Repubblica si è avuto un così scarso afflusso alle urne
Lo schiaffo dell'astensione: uno su tre non ha votato

Nella lunga attesa dei dati ufficiali, l'unica certezza è stata da subito la vittoria dell'astensione: mai nella storia della Repubblica, si è avuto un così scarso afflusso alle urne (media nazionale 65%, non ha votato uno su tre) con una defezione che fa riflettere, registrata soprattutto nel Lazio (-12).

Di certo ha pesato l'intervento del Vaticano che con i suoi appelli al voto per la tutela della vita (quindi contro la Bonino) ha alimentato i sensi di colpa dell'elettorato cattolico di centrosinistra che evidentemente ha preferito rinunciare. Anche il caso politico-giudiziario che ha investito la lista del Pdl (simbolo assente sulla scheda), può aver agito da deterrente. C'é chi ha notato, e anche questo ha sicuramente inciso, che la campagna elettorale per le regionali è stata la "più brutta" di sempre. Per mille motivi, non ultimo l'approccio troppo autoreferenziale delle forze politiche che hanno prestato poca e distratta attenzione ai reali problemi dei cittadini in un momento in cui la crisi economica miete la forza-lavoro. Anche il livello dello scontro elettorale ha contribuito a quella delegittimazione delle politica, che poi è stata 'punita' con il non-voto.

Il virus dunque si è diffuso è ha colpito anche il centrosinistra il cui elettorato è sempre stato ritenuto molto più motivato e organizzato rispetto a quello più giovane e un po' ballerino del centrodestra. Strafelice, come si è detto, Bossi che pur non avendo operato il sorpasso al Nord( La Russa ha potuto annunciare che non dovrà quindi mangiarsi un asino vivo) ha fatto il pieno storico di voti avvicinandosi al 13 %. A fronte di un Pdl in 'tenuta', come ha velenosamente osservato il senatur, la Lega si é "scatenata" mentre la sinistra è andata a "picco". Esagerazioni padane, ovvio, ma sicuramente Bossi farà fruttare politicamente la performance leghista: già ha prenotato la poltrona della Moratti, e intende conservare per il suo partito il ministero dell'Agricoltura inizialmente destinato alla staffetta con Galan.

Per ora sostanziale parità tra i due schieramenti. Anche , in questa situazione sospesa,mentre si attende il verdetto su Lazio e Piemonte che faranno la differenza, non pochi sono i timori nel Pd di una delusione al fotofinish per Bonino e molte le preoccupazioni per la Bresso. Con il cuore in gola anche l'Udc, ago della bilancia, che punta a capitalizzare il suo peso ritenendolo determinante, ma che agli occhi del Pd non ha prodotto il miracolo atteso, soprattutto in Piemonte. E rischia di non pesare anche nel Lazio dove il partito di Casini è alleato con il Pdl a favore della Polverini. Per ora l'Udc ha tolto un bel po' di voti a Rocco Palese in Puglia per dirottarli verso la Poli Bortone. Per i Democratici, la temporanea convivenza regionale con l'Udc è un banco di prova nella prospettiva di un matrimonio futuro: questo peròse l'unione mostra di funzionare. Un modo per far ingelosire il giustizialista di Pietro e indurlo a contenere la propria irruenza.

Ma l'Italia dei Valori non ha perso tempo e ha subito risposto, dati alla mano, esibendo il suo exploit elettorale (é passata dall'1.7 delle regionali 2005 a oltre il 8 di oggi): ergo - è stato il ragionamento dell'ex-Pm - l'Idv si conferma alleata preziosa e determinante nella prospettiva della costruzione di una forza di alternativa di governo. Di Pietro ha voluto anche rimarcare una novità elettorale, il successo della lista del suo amico Grillo che sembra aver attecchito politicamente almeno in Emilia Romagna (attorno al 7%) dopo alcune prove precedenti non proprio esaltanti. Insomma, nuove insidie per il Pd.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni