Percorso:ANSA.it > Politica > News

Napolitano: non dimenticare lezione di piazza Fontana

Il presidente della Repubblica ha incontrato a Milano i familiari delle vittime delle stragi terroristiche

07 dicembre, 19:12
Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
Napolitano: non dimenticare lezione di piazza Fontana

MILANO - La strage di Piazza Fontana ci ha consegnato "una lezione che non dobbiamo mai dimenticare, ci insegna che dobbiamo evitare che in Italia i contrasti e le legittime divergenze possano sfociare in tensioni tali da minacciare la vita civile". Lo ha detto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano incontrando, alla prefettura di Milano, i familiari delle vittime delle stragi terroristiche.

"Continuate ad operare per recuperare ogni elemento di verità", ha detto il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ai familiari delle vittime della strage di Piazza Fontana del 12 dicembre 1969, incontrandole in prefettura. "Ammiro il vostro impegno, la vostra tenacia in questi 40 anni, la passione civile, l'impegno che mostrate per alimentare la memoria collettiva e la riflessione, due cose alle quali l'Italia e la coscienza nazionale non possono abdicare. Quello che avete vissuto voi - ha osservato - mi auguro diventi parte della coscienza nazionale. Ho già detto il 9 maggio scorso che comprendo il peso che la verità negata rappresenta per ciascuno di voi, un peso che lo Stato italiano porta su di se".

Dopo aver fatto l'esempio degli Stati Uniti, "la maggiore democrazia moderna", Giorgio Napolitano, riferendosi alla strage di piazza Fontana ha testualmente detto: "Ma nulla può togliere a noi la gravità di quella ferita aperta e la drammaticità di quella vicenda, sia per gli interrogativi angosciosi che non hanno trovato piena risposta, sia perché ancora ci ripropone gli avvertimenti sempre allarmanti che può suggerirci. Noi dobbiamo a tutti i costi evitare che si riproducano condizioni paragonabili a quelle in cui avvennero i fatti di cui voi conservati i segni della sofferenza. Dobbiamo sempre evitare che in Italia la dialettica fra le parti politiche e sociali, i legittimi contrasti, le comprensibili divergenze, diano luogo a una tale esasperazione dei rapporti politici e istituzionali, a un accumularsi e manifestarsi di tensioni da minacciare lo svolgimento pacifico della vita civile. Questo ci dice la strage di piazza Fontana. Una lezione da non dimenticare mai".

"La riflessione - ha aggiunto il capo dello Stato - è necessaria perché ciò che è avvenuto nella nostra società non è del tutto chiaro e limpido e non è del tutto stato maturato. Il vi sarò sempre vicino. Vi rinnovo solidarietà e ammirazione".

"Si spalanchino le porte degli archivi, si pubblichino gli atti della commissione stragi, si valutino attentamente i nuovi spunti investigativi per la riapertura delle indagini". E' questa la richiesta avanzata dai familiari delle vittime della strage di piazza Fontana attraverso Fortunato Zinni, attuale sindaco di Bresso e autore del libro 'Piazza Fontana nessuno e' Statò e presidente della commissione interna della filiale di Milano della Banca dell' Agricoltura il 12 dicembre del '69 al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nel corso dell' incontro avuto in prefettura a Milano. "A 40 anni dalla strage - ha detto Zinni ricordando che per la strage non è stato condannato nessuno nonostante i numerosi processi - dobbiamo registrare il fallimento della giustizia. Si può e si deve accettare una sconfitta ma in questo caso la verità negata è stata chiaramente frutto di gravi responsabilità di importanti apparati dello stato. E' necessario che le istituzioni ci aiutino, per questo mi unisco all' appello dei familiari delle vittime che sollecitano la totale rimozione del segreto politico-militare". Zinni ha quindi ricordato il giorno della strage e quelli successivi con la riapertura della banca e la partecipazione ai funerali: "avevamo capito che dovevamo essere lì per rendere omaggio alle vittime, dimostrare vicinanza ai familiari e per erigere un muro umano contro coloro che volevano trascinare il Paese in una avventura autoritaria".

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni